Vincenzo Mucciaccio, “Lascio Forza Italia e aderisco al Movimento di Sgarbi”

0
926
vincenzomucciaccio
Vincenzo Mucciaccio
vincenzomucciaccio
Vincenzo Mucciaccio

“Nell’Amministrazione Fontana, ed ancor prima, nella campagna elettorale mi sono trovato a parlare fin da subito del ruolo economico che la cultura poteva rappresentare a Grottaferrata, sia come identità che come indotto – inizia così la nota di Vincenzo Mucciaccio.  Un Comune che ne aveva ed ha tutti i presupposti, ma continuamente mal gestiti, finanche durante il Millenario di San Nilo. A cominciare dall’ Abbazia, quindi, passando per gli scavi al Tuscolo, la Collaborazione con la Scuola spagnola e la C.M. (e non solo Sant’Agata), continuando per le Catacombe A.D. e le Ville Tuscolane, giungendo all’artigianato di pregio, alla enogastronomia di alta qualità, all’ accoglienza alberghiera e socio-sanitaria, alle tante Associazioni che da anni si occupano in maniera volontaristica di biblioteche, gemellaggi, musica, storia, scienze e letteratura.  Insomma, un tessuto tradizionalmente vivo e variamente ricco in grado di interagire con le altre Città del Castelli, soprattutto con Frascati, per un reciproco potenziamento funzionale, volto a raccogliere al meglio iniziative turistiche anche consistenti – continua così la nota dell’ex consigliere comunale di Grottaferrata.  Quanto successo abbiano avuto le mie proposte per accrescere la qualità di vita culturale (ma anche socio-economica), come pure i tentativi di aumentare gli standards di sicurezza stradale, è noto. Pressocchè zero, se non piccoli azioni quasi forzate, per tener viva un po’ l’attenzione. Ma, sicuramente non sufficienti. Tuttavia, di recente mi è capitato di leggere della iniziativa politica di Sgarbi. In essa ho ritrovato le mie scelte amministrative e la voglia di contribuire a realizzare qualcosa coerente con tali scelte. Pertanto, ho deciso di aderire al Movimento di Sgarbi – conclude Mucciaccio. Ai Partiti che conosco non credo più”.

Print Friendly, PDF & Email