Viva Frascati “ma c’è amore per questa città?”

Viva Frascati attacca pesantemente il Primo Cittadino di Frascati Roberto Mastrosanti sul modus operandi durante l'emergenza

0
170
vivafrascati
Viva Frascati

“Viva Frascati attacca pesantemente il Primo Cittadino di Frascati Roberto Mastrosanti sul modus operandi durante l’emergenza

Viva Frascati nel periodo di isolamento di Marzo e Aprile derivato da covid19 più popolare corona virus, ha responsabilmente evitato futili polemiche rispettando tutta la comunità tuscolana in un momento così difficile e delicato, pur riscontrando alcuni momenti di confusione nella macchina amministrativa. Ora, con l’avvio della fase 2, Viva Frascati riprende il suo ruolo di confronto critico e di opposizione alla incapacità di governo della Giunta Mastrosanti; questa maggioranza, che ha negli anni precedenti ha dimostrato scarsa competenza  rissosità al suo interno, non è all’altezza per affrontare il gravoso compito per un forte rilancio economico e sociale della città.

Tra l’altro:

  • volutamente il sindaco Mastrosanti ha evitato qualsiasi momento istituzionale di confronto e collaborazione e le uniche commissioni effettuate sono state quelle richieste dalle minoranze, preferendo soltanto lui “apparire”;
  • Non si conosce a che punto è l’iter amministrativo riguardo la cessione del patrimonio comunale, azione importante inserita nel piano ventennale del predissesto del bilancio votato dalla maggioranza, Confermando lo stato di confusionale per il patrimonio di questa giunta;
  • Non vi è informazione attendibile sullo stato delle mancate entrate ma anche sugli eventuali risparmi avutisi in questo ultimo trimestre, si richiedono sempre e soltanto aiuti di Stato, senza alcuna programmazione comunale che conferma una gestione amministrativa insufficiente;
  • Mentre in Italia si sostiene con varie forme la difesa del lavoro, Viva Frascati invece teme seriamente che la non pubblicazione a tutt’oggi dei bandi di esternalizzazione servizi sts, generi per la terza volta una decurtazione degli stipendi dipendenti sts, con la possibile integrazione (…che pagano i cittadini) e l’amara possibilità di chiusure di alcuni servizi fondamentali per il rilancio della città;
  • Non risulta nessun piano per il rilancio delle attività commerciali, nè le indicazioni per le concessioni di suolo pubblico per le attività di ristorazione (…siamo a metà Maggio!) che non dovranno assolutamente penalizzare gli esercenti in questo momento di crisi.

Sbaglia chi pensa che il silenzio e l’isolamento di queste settimane del popolo frascatano, hanno fatto dimenticare il grigiore e l’inconcludenza di questi anni di questa maggioranza. Ci vuol ben altro per Frascati. Occorre dire Basta anche a opportunismi e furbate di quanti poi riversano le proprie incapacità (…come al solito…) su dipendenti comunali ed altri. Caro Sindaco Mastrosanti, se si ha amore per Frascati deve sapere che non si può più governare con frasi retoriche, ne si cura l’attuale grande male con semplici tisane, ma servono cure sostanziali con idee progetti e collaudate esperienze” Lo rende noto Viva Frascati.

Print Friendly, PDF & Email