Vjs Velletri, vetta riconquistata battendo Nettuno

Vis Velletri batte il Nettuno con un gol di Spagnoli. La squadra di mister De Massimi vince di misura (1-0) su un ostico Nettuno e torna al primo posto.

0
286
vis_nettuno
Un momento della gara tra Vjs e Nettuno

Vjs Velletri, vetta riconquistata: battuto il Nettuno con un gol di Spagnoli

La squadra di mister De Massimi vince di misura (1-0) su un ostico Nettuno e torna al primo posto.

Nella giornata del dolore per la scomparsa di Gino Ottaviani, storico dirigente rossonero e grande tifoso dei colori della Vjs Velletri, i ragazzi di mister Stefano De Massimi omaggiano con tre punti fondamentali il ricordo di un amico del calcio e dello sport, battendo 1-0 il Nettuno in casa e riagguantando la vetta in virtù del pari patito dal Nuovo Latina Isonzo (0-0 in casa contro Borgo S. Maria). Per la mancanza di tempi tecnici non si è potuto fare il minuto di raccoglimento in onore di Gino, ma tributargli una vittoria sul campo è il migliore dei riconoscimenti.

Partita molto difficile contro il Nettuno, anche se la Vjs Velletri ha da recriminare per aver colpito due legni ed essersi spesso imbattuta nelle grandi parate del portiere avversario. Copione che inizia al 1′, quando Tafani dall’interno dell’area tira un bolide che viene respinto in maniera prodigiosa dall’estremo nettunense. Gli ospiti si affacciano dalle parti di Bernardi al 18esimo con un calcio di punizione che però finisce alto. La rete dei rossoneri arriva al 22esimo: cross illuminante di Masella, uscita avventata di Cameli che non trattiene e Spagnoli, in agguato, appoggia di testa in rete. Il gol cambia gli equilibri, ma non succede più nulla fino agli ultimi cinque minuti di gioco della prima frazione, durante i quali la Vjs sfiora a più riprese il raddoppio. Al 38esimo tiro di Spagnoli angolato e potente, rasoterra, e superba risposta del portiere che di tuffo la mette in corner. Dal successivo tiro dalla bandierina è Moscato a tirare ad un metro dalla porta, pallone che sbatte sulla traversa e torna in campo. Ultima emozione al 44esimo, con un contropiede sull’asse Spagnoli-Cassandra, scarico del primo per il secondo che prova a concludere di prima mandando di poco oltre l’incrocio. Si va al riposo con il meritato vantaggio della Vjs Velletri.

Nella ripresa non sembra cambiare lo spartito tattico, e dopo sessanta secondi Spagnoli servito da Cassandra va al tiro mandando alto di poco. Al 12esimo il Nettuno rimane in dieci per l’espulsione decretata dall’arbitro ai danni di un giocatore, reo di aver commesso fallo da ultimo uomo. Decisione apparsa esagerata, e non sarà l’unica. Con l’uomo in più i veliterni provano a spingere sull’acceleratore e Spagnoli su punizione costringe il portiere ad alzare in calcio d’angolo salvando il risultato. Poi è Cassandra show: il numero dieci prima tira ad incrociare da buona posizione, la difesa ospite si salva. Al 22esimo tira dalla distanza costringendo alla respinta di pugno Cameli. Infine, al 24esimo, colpisce la traversa da buona posizione con una conclusione precisa e potente. L’arbitro si ripete al 35esimo con un’espulsione, nella medesima situazione che aveva portato al rosso del Nettuno, ai danni di Masella. Senza voler giudicare l’operato del direttore di gara ci sentiamo di dire che entrambi i falli forse erano sanzionabili con un giallo. La Vjs ha il tempo di sciupare un altro contropiede al 40esimo, prima di rischiare forte nel recupero con un prodigioso salvataggio di Crepaldi sulla linea in una situazione di mischia. Dopo cinque interminabili minuti di recupero finisce con l’1-0 difeso con le unghie e con i denti dalla squadra veliterna.

Vittoria sudata ma meritata, ai punti la Vjs avrebbe potuto (e dovuto) chiudere la partita ma i legni e il portiere avversario hanno reso meno amara la sconfitta di un ostico Nettuno, che ha disputato una bella partita pur senza impegnare seriamente Bernardi. Balzo in classifica per la compagine di De Massimi, che torna prima in coabitazione con il Latina Isonzo a quota 35 punti ed è attesa da un agguerrito Atletico Torvajanica (27 punti) nell’ultima giornata del girone di andata in trasferta.

VJS VELLETRI: Bernardi, Masella, Moscato, Cimini, Bonanni, Simonetti, Crepaldi, Tafani, Spagnoli, Cassandra, Pelliconi.

Panchina: Morelli, Calcagni, Middei, Spallotta, Quattrocchi, Fanni, Djeghim Hamza, Passaretta, Di Luzio.

Allenatore: Stefano De Massimi

NETTUNO: Cameli, Miozzi, De Massimi, Saccucci, Schiavello, Di Fazio, Pasturenzi, Di Pietro, Tatta, Menghini, Allo.

Panchina: Casaldi, Maggiore, Supino, Giansanti, Andreozzi, Bagialemani, Grimaudo, Frasca.

Allenatore: Arturo Tontini

ARBITRO: Gelfusa di LATINA

Marcatori: 22′ pt Spagnoli (V)

uniores U19, pareggio stretto contro un ottimo Terracina: la capolista Vjs Velletri fa 2-2

Ciarla e De Maio a segno, poi la Vjs sciupa tanto: finisce 2-2.

Rientro dalla sosta con il brivido per la Juniores Under 19 Vjs Velletri di mister Claudio Ciotti, che alla fine impatta sul campo del Terracina (2-2) e mantiene la vetta solitaria della classifica con un vantaggio di quattro punti sulla prima inseguitrice.

Rossoneri che partono bene sul terreno di gioco del “Colavolpe”, ma il match è tutt’altro che semplice. I padroni di casa contengono e i veliterni attaccano, dopo pochi minuti Ciarla ha già una buona occasione ma non concretizza. Il vantaggio ospite è nell’area e lo realizza proprio Ciarla, che dopo aver riconquistato un buon pallone si presenta a tu per tu con l’estremo difensore pontino e non sbaglia. Trovato il gol, la compagine di Ciotti ha un momento di flessione e concede diverse opportunità al Terracina, che non si fa pregare e trova il pari su colpo di testa da corner. Prima della fine della frazione arriva anche il sorpasso: azione che parte da dietro, lancio a scavalcare la difesa rossonera e l’attaccante avversario è abile a mettere in porta il gol del 2-1. Finisce così il primo tempo.

Nella ripresa, però, gioca solo la Vjs Velletri e ritorna a macinare gioco ed occasioni alla ricerca del risultato pieno. Al 9′ Passaretta viene fermato con un sospetto fallo in area di rigore, ma l’arbitro non concede il penalty nonostante le proteste veliterne. Situazione in fotocopia pochi minuti più tardi, il direttore di gara rimane inflessibile. Le incursioni della Vjs Velletri nella metà campo locale sono però frequenti, il team di Ciotti non si arrende e finalmente intorno al 30esimo trova il gol del pareggio con De Maio abile a colpire di testa su un ottimo cross di Di Luzio. Rimessasi in carreggiata, la Vjs Velletri spreca due occasioni clamorose con Hamza e Ciarla soli davanti al portiere.

Finisce in parità, un 2-2 che però lascia l’amaro in bocca ai ragazzi veliterni: se nel primo tempo il Terracina ha meritato, nella ripresa ai punti i rossoneri avrebbero potuto portare a casa l’intera posta contro un’ottima squadra, ma dopo la sosta natalizia era importante riprendere con un risultato positivo e non incappare in passi falsi. Il punto di Terracina, dunque, consolida il primato ed è un buon risultato, in attesa del prossimo difficile match in casa contro la quinta classificata Atletico Cisterna.

VJS VELLETRI, Iannotti, Nazim (1′ st Hamza), Imperiali, Klabi (1′ st Cerini), Schiavetti, Quattrocchi, Di Luzio, Pagliuzzi , Ciarla, Maggi (1′ st De Maio), Passaretta.

Panchina: Morelli, Rocchi, Spallotta T., Spallotta L.

Allenatore: Claudio Ciotti

Print Friendly, PDF & Email