Vsg, battuto il Punto Volley nel femminile UISP

0
958
vsgfemminile
Vsg Uisp Master femminile
vsgfemminile
Vsg Uisp Master femminile

Vittoria per la squadra femminile Volley School Genzano di Roma impegnata nel campionato master femminile UISP. Le ragazze, guidate per l’occasione da Riccardo Berini che ha sostituito l’allenatore Nicola Guardati assente per motivi personali, hanno superato, in casa, in una partita piena di insidie, 3 – 1 le giovani atlete del Punto Volley. Nonostante la partita fosse ampiamente alla portata delle genzanesi, il match è stato equilibrato con le albanensi addirittura vittoriose nel secondo set. I parziali sono stati di 25 – 12, 22 – 25, 25 – 11 e 25 – 13. Del match ha parlato una delle senatrici dello spogliatoio VSG, Giulia Palazzi, che ha commentato: «Sono critica. La partita era assolutamente nelle nostre corde, abbiamo iniziato il primo set con la giusta concentrazione, come dimostra il buon margine che abbiamo messo fra noi e le avversarie. Dopo abbiamo avuto un calo di concentrazione, probabilmente legato al fatto di aver inquadrato la partita come facile. Errore che abbiamo pagato nel secondo set dove le avversarie, anche se anagraficamente piccole e con meno esperienza, hanno saputo sfruttare le nostre disattenzioni tirando fuori la grinta giusta per spuntarla e combattere punto su punto. Anche se la partita si è chiusa 3 – 1 a nostro favore – ha aggiunto Giulia Palazzi – non sono pienamente entusiasta della vittoria, troppi errori e cali di concentrazione. Dobbiamo imparare a gestirci meglio in campo con più determinazione e grinta soprattutto nei momenti di difficoltà. Ottima invece la gestione della squadra di Riccardo Berini – ha concluso la pallavolista genzanese – che ha sostituito per l’occasione il primo allenatore Guardati. Ha saputo valorizzare al meglio le capacità di ognuna mettendoci in campo con una nuova formazione che ha dato buoni frutti, spostando la giocatrice Alice Conforti, normalmente centrale, in opposto riportando un’ottima performance sia di prima che di seconda linea».

Print Friendly, PDF & Email