Approvato progetto riqualificazione campo di rugby a Cocciano

Il progetto è stato approvato in questi giorni dalla giunta comunale di Frascati

0
67
parcococciano
Parco Cocciano

La Giunta comunale nei giorni scorsi ha approvato il progetto di fattibilità tecnico economico per la riqualificazione del Campo da Rugby di Cocciano, predisposto dall’Ufficio Tecnico Comunale. «Abbiamo inserito una richiesta di finanziamento nei Piani Urbani Integrati (PUI) della Città Metropolitana – dichiara l’Assessore ai Lavori Pubblici Claudio Cerroni -; questo intervento prevede la riqualificazione e il miglioramento dell’accessibilità della struttura ai fini di una maggiore inclusione sociale. Inoltre, è stata inserita la sostituzione totale della copertura che ultimamente ha presentato fenomeni di cedimento. Tutto il manufatto è stato progettato e realizzato per essere coperto, quindi non può restare senza copertura poiché questo causerebbe ingenti infiltrazioni d’acqua negli spogliatoi e nei vani sottostanti, rendendoli di fatto inagibili, con grave danno all’intera struttura».

Il costo dell’intervento è di 2 milioni di euro che saranno impiegati per la ristrutturazione degli spazi sottostanti gli spalti, la realizzazione di una nuova copertura e di un nuovo manto erboso sul campo. La richiesta di finanziamento è stata trasmessa alla Città Metropolitana di Roma Capitale e andrà a valere sui fondi del PNRR. In caso di esito positivo, il progetto sarà inserito nel Programma Triennale delle Opere Pubbliche per garantire l’immediata cantierizzazione dell’opera che dovrà essere ultimata entro il 2026, come ogni opera finanziata dal PNRR. «Ci auguriamo che il finanziamento venga concesso – sottolinea il Consigliere delegato allo Sport Riccardo Tomei – e si esegua presto l’intervento, anche perché attualmente parte dell’edificio è interdetta all’utilizzo, causando un forte ridimensionamento degli spogliatoi, sfruttati al 50%, e degli spalti che sono totalmente inagibili. Confidiamo di restituire la piena agibilità dello stadio del Rugby alla comunità sportiva e di intercettare nuovi fondi per sistemare strutture che abbiamo ereditato in situazione di degrado come la pista di atletica, che dovrà tornare ad essere bella e funzionale come un tempo».