Ardea ricorda Califano ed è soldout in Sala Consiliare

Tutto in un tempo piccolo è il titolo dell'evento organizzato dalla Fondazione Califano

0
101
eventocalifano

Sold out nella Sala Consiliare di Ardea che ha ospitato ieri “Tutto in un tempo piccolo” il concerto organizzato a cura della Fondazione Franco Califano con il patrocinio del Comune, per rendere omaggio al Maestro scomparso undici anni fa.
Un pomeriggio all’insegna dell’emozione e della musica d’autore diretta e interpretata magistralmente da Alberto Laurenti, musicista, compositore e direttore artistico della Fondazione. Al suo fianco una bravissima Nadia Natali e uno strepitoso Maurizio Mattioli che come sempre ha commosso il numeroso pubblico in sala interpretando con il cuore alcuni dei pezzi più belli del Califfo.
“In circostanze come queste – ha detto l’attore – trattenere le lacrime mi è sempre difficile anche se ci provo e puntualmente non ci riesco. Questo perché quando penso a Franco, quando lo racconto, penso essenzialmente a un grande poeta”.
Roma Nuda, Io non Piango, La mia Libertà, Minuetto, In un Tempo Piccolo solo alcuni dei titoli in scaletta messi in musica dalla stessa orchestra del Maestro Califano e che per circa due ore ha fatto cantare la platea facendone vibrare i cuori.
“Cantare Califano – dichiara Laurenti – è sempre un’emozione fortissima e per quel che mi riguarda lo faccio con tutta l’umiltà e rispetto che si deve ad un grande artista. Oggi, a distanza di undici anni dalla sua scomparsa, l’abbiamo voluto ricordare tracciando un percorso a ritroso nel tempo partendo dagli sessanta. Tanta malinconia ma anche tanta gioia”.
Profonda commozione espressa anche da Antonello Mazzeo, presidente della Fondazione Franco Califano.
“Vedere la Sala Consiliare così tanto gremita e ogni volta di più, mi emoziona profondamente. E’ evidente che Franco continua a vivere nel cuore di tutti coloro che lo hanno amato e apprezzato. Per noi tutti esistono due date importanti: il 14 settembre e il 30 marzo, la sua data di nascita e di morte, sebbene lui di fatto non ci abbia mai lasciato”.