Ariccia, l’Innova Carlisport attende di conoscere il proprio destino

0
911
jacopo_ranelletti_innova_carlisport_ariccia
Innova Carlisport, Il laterale Jacopo Ranelletti
jacopo_ranelletti_innova_carlisport_ariccia
Innova Carlisport, Il laterale Jacopo Ranelletti

E’ in una stranissima posizione l’Innova Carlisport. Sabato prossimo si giocherà l’ultimo turno della serie B, ma gli ariccini avranno i tre punti a tavolino per il ritiro della Torgianese dal campionato. Chissà se la squadra di mister Mauro Micheli si riunirà in occasione delle altre sfide di campionato, magari per vivere assieme le emozioni di Nursia-Isola, gara dal cui risultato scaturirà la posizione finale degli ariccini: primo posto solitario e promozione o secondo posto (a pari punti con la squadra di Fiumicino) e play off. «Non ci resta che aspettare il risultato dell’Isola e magari sperare in un aiutino, anzi aiutone – sorride Jacopo Ranelletti – da parte del Nursia che comunque è ancora in corsa per i play off». La gara con l’Elmas non è stata praticamente mai in discussione. «Siamo andati presto in vantaggio – racconta il laterale della Carlisport -, poi per colpa di un mio errore la squadra sarda ha raggiunto il pari. Ma una volta tornati in vantaggio non c’è stata più gara e infatti già all’intervallo eravamo avanti per 5-1». Per la cronaca dopo il gol in apertura di Richartz sono arrivate le doppiette dello stesso Ranelletti, di Luciano Mendes e Borsato per il 7-2 conclusivo. «Inutile negare che, vista la piega che stava prendendo la nostra partita, eravamo con l’orecchio a cercare di carpire le notizie che arrivavano da Isola-Acquedotto, ma in campo è arrivata presto la notizia della resa degli alessandrini e quindi abbiamo pensato solo a vincere la nostra partita». In attesa del verdetto conclusivo, Ranelletti traccia un bilancio del campionato della Carlisport. «Abbiamo fatto in ogni caso una grande stagione – dice il laterale -. E’ chiaro che, se dovessimo arrivare a pari punti con la prima in cl assifica ed essere costretti a fare i play off, rimarrebbe un po’ di rammarico e si potrebbe ripensare a qualche occasione persa. In ogni caso dopo un inizio un po’ lento, il valore della squadra è uscito fuori e al di là di come andrà sabato prossimo l’obiettivo della serie A2 è sempre presente». E la Final Eight di Coppa Italia che si giocherà a Policoro? «Inutile dire che la nostra partecipazione a quello splendido evento “risentirà” del piazzamento finale che otterremo in campionato» chiosa Ranelletti.

Print Friendly, PDF & Email