Borelli vara il rimpasto bonsai e il Pd si copre a sinistra

Lettura in filigrana della parziale redistribuzione di deleghe nel centrosinistra di Albano. Il Pd vuole contendere lo spazio alla Zeppieri

0
191
palazzo_savelli
Palazzo Savelli

Nel Consiglio Comunale svoltosi nella serata di ieri il Sindaco di Albano Massimiliano Borelli ha ufficializzato l’assegnazione di alcune significative deleghe ai consiglieri della sua maggioranza.

Si è trattata di una redistribuzione di incarichi tutta interna al Partito Democratico, senza stravolgere gli equilibri della coalizione di centrosinistra, dalla quale serpeggiano sottotraccia da mesi malumori.

Al giovane esponente Dem Luca Galanti è andata la delega di studio sullo sport, sottratta all’Asseessore Vincenzo Santoro, che si era fatto carico del tema nei 10 anni della giunta Marini e nella prima metà di questa legislatura. Il Segretario Provinciale dei Giovani Democratici la vedrà così sommarsi alla delega di collaborazione con il Primo Cittadino sul tema della Promozione delle Attività Motorie. Una materia il cui perimetro d’azione resta misterioso ai più.

Al Capogruppo Pd Alessio Colini invece, già delegato al Bilancio ed alla Programmazione Economica, sono stati aggiunti i Rapporti con il Terzo Settore, delega che faceva capo a Stefania Cavalieri, risultata la Consigliera Comunale Democratica con più preferenze riscosse alle ultime elezioni amministrative del Settembre 2020.

Saranno rimasti delusi tutti coloro che dietro le quinte attendevano ed auspicavano un vero rimpasto di governo, capace di ridisegnare i contorni di un centrosinistra in affanno. Il tempo prossimo ci dirà se la delusione resterà nel cuore dei vari movimenti più o meno civici che compongono la variegata truppa borelliana, oppure qualcuno si incaricherà di renderli manifesti, magari già dopo le elezioni europee.

In filigrana a questo rimpasto bonsai tuttavia una cosa la si può scorgere. La volontà politica del Pd albanense di rilanciare la propria azione, fin qui molto grigia, in merito ai legami con il mondo associazionistico locale, all’interno del quale, risulta ancora essere assai presente l’ex Assessora alla Pubblica Istruzione Alessandra Zeppieri, nonostante non sieda più a Palazzo Savelli ma si sia conquistata un prestigioso seggio alla Pisana.

La notevole visibilità ed un certo dinamismo politico, unito ad un forte consenso popolare in un elettorato storicamente di sinistra, ma non solo, fanno di Alessandra Zeppieri un soggetto politico nuovo, con cui i democratici dovranno fare i conti, e la cosa potrebbe generare più di un fastidio in alcuni settori del Partito di Elly Schlein.