Ciampino, sfiduciato il sindaco Daniela Ballico

Il voto contrario di 14 consiglieri su 24 agli equilibri di bilancio mette fine all'esperienza amministrativa del sindaco Daniela Ballico

0
292
ballico
ballico

Il voto contrario di 14 consiglieri su 24 agli equilibri di bilancio mette fine all’esperienza amministrativa del sindaco Daniela Ballico

Le reazioni:

CIAMPINO, ASTORRE: “FINE INGLORIOSA DI UN’AMMINISTRAZIONE FALLIMENTARE”

Comunicato del Senatore Bruno Astorre, Segretario Pd Lazio:

“Il voto contrario di 14 consiglieri su 24 agli equilibri di bilancio ha messo fine, dopo appena due anni, a una delle più arroganti amministrazioni che la Città di Ciampino abbia mai avuto. Un’esperienza fallimentare, portata avanti solo con prove di forza e ripicche, senza mai realmente ascoltare le esigenze dei cittadini né lavorare per il bene comune.
Si tornerà al voto nel 2022 e io faccio appello a tutte le forze progressiste, riformiste e ambientaliste affinché si possa lavorare insieme per ridare a Ciampino la dignità che merita”.

CIAMPINO, (LEGA): “SOLIDARIETÀ AL SINDACO BALLICO”

“La Lega esprime massima al solidarietà al Sindaco Daniela Ballico per la sfiducia ricevuta dal Consiglio comunale sugli equilibri di bilancio. A questo si aggiunge il disappunto per la scelta dei due consiglieri Mantua e Castellani che hanno contribuito, in modo estremamente scorretto, senza confrontarsi con il Partito, a staccare la spina a questa Amministrazione nonostante le diverse mediazioni fatte nei mesi scorsi. Noi, già da domani, insieme con gli altri partiti di centrodestra, ricominceremo a lavorare per ridare a Daniela Ballico la Fascia tricolore e agli abitanti di Ciampino una guida forte e autorevole ”. Lo dichiarano in una nota Claudio Durigon, Coordinatore Regionale della Lega nel Lazio e Tony Bruognolo Segretario Politico Lega Provincia Roma Sud.

GIUNTA BALLICO, IL CENTRO PER MARINO : “CADUTA ROVINOSA DELLA SINDACA
DIMOSTRA IMPOSSIBILITÀ DI DARE SEGUITO A OPZIONI DI DESTRA-CENTRO”

“Bocci, Minotti e Prinzi:”Unica realtà centrista possibile oggi è in un’ area moderata,
riformista e progressista. Il resto sono solo scatole vuote ritirate fuori alla bisogna”

“L’unica posizione possibile per una formazione di centro, riformista, liberaldemocratica con una importante componente di ‘cattolici adulti’ è all’interno di una coalizione progressista come quella che abbiamo immaginato a Marino con Gianfranco Venanzoni sindaco”.

“A conferma di ciò arriva oggi anche la notizia della rovinosa caduta della giunta di destra nella vicina Ciampino, vittima di arroganza, malgoverno e ipocrisie di una parte politica estremista e veteroconservatrice che non esita neppure a strumentalizzare e utilizzare le protagoniste femminili come pedine usa e getta”.

Così in una nota il direttivo de Il Centro per Marino commenta la notizia della caduta della giunta Ballico nella città confinante di Ciampino.

“Tutto ciò è la dimostrazione ennesima della inadeguatezza e della impossibilità pratica di dare seguito a soluzioni politico-amministrative di ‘destra-centro’ dove la grande tradizione cristianodemocratica viene relegata in Italia e nei territori come il nostro dei Castelli, nel museo delle cere, da ritirare fuori solo alla bisogna, un mese prima delle elezioni, senza rispetto e soprattutto senza gli interpreti che tale magistrale scuola di pensiero e politica meriterebbe”.

“Tutto ciò non corrisponde a quanto avviene, ad esempio, in Germania dove i cristianodemocratici restano protagonisti assoluti e anche nel Parlamento Europeo dove la componente popolare è maggioritaria e sostiene assieme a liberali e socialdemocratici la Commissione guidata da Ursula Von der Leyen”.

“Il Centro per Marino – proseguono i rappresentanti del direttivo Otello Bocci, Umberto Minotti e Massimo Prinzi – nasce con una proposta moderata decisa e qualificante in una area ben definita e pronta a diventare maggioritaria in città per mettere fine all’ondata populista e qualunquista che, in particolare a destra, strizza l’occhio con troppa facilità e cuore leggero a forme di estremismo che sono esattamente gli avversari più acerrimi, sconfitti nel dopoguerra da Zaccaria Negroni, padre della idea di centro moderato, cattolico e aperto alle idee riformiste e progressiste della migliore tradizione liberaldemocratica””. Lo rende noto Centro per Marino.

Silvestroni “Solidale con Daniela Ballico”

“Esprimo solidarietà alla sindaca Daniela Ballico e ai consiglieri di maggioranza di Ciampino confermandole piena fiducia. È sconcertante quanto avvenuto a Ciampino questa mattina durante il consiglio comunale nel quale alcuni consiglieri di maggioranza tra i quali Notargiacomo e Terzigni iscritti a Fdi hanno espresso voto contrario agli equilibri di bilancio, pregiudicando il percorso amministrativo iniziato con lo storico risultato del 2019 che portò Daniela Ballico alla guida della città di Ciampino. Continuerò a supportare ogni utile iniziativa per garantire ai cittadini di Ciampino il cambiamento che hanno democraticamente votato e voluto nel 2019”. Lo dichiara in una nota il Presidente della Federazione provinciale di Roma di Fratelli d’Italia On. Marco Silvestroni.

Forza Italia “Sostegno a Daniela Ballico”

Print Friendly, PDF & Email