Consiglio Comunale dei Giovani, nota di FabricAlbano

0
1357
palazzo_savelli
Palazzo Savelli di Albano Laziale
palazzo_savelli
Palazzo Savelli di Albano Laziale

““Consiglio Comunale dei Giovani della Città di Albano Laziale”: Storia di ordinaria e vecchia politica ovvero: “presi con le dita nella marmellata!” – inizia con questo jìaccuse la nota di FabricAlbano che commenta l’istituzione del Consiglio Comunale dei Giovani ad Albano.

La storia è questa:

In data 31/03/2016, con Prot. nr. 14035 la Consigliera Sergi Gabriella di “FabricAlbano” propone all’approvazione del Consiglio comunale una mozione che impegni il Sindaco e l’Amministrazione a:
⦁ Istituire il “Consiglio comunale dei Giovani”;
⦁ approvare il “Regolamento del Consiglio dei Giovani della Città di Albano Laziale”.
Il tutto in applicazione alla Legge Regionale, alle disposizioni, in merito, del Consiglio d’Europa e a diverse Leggi nazionali e, soprattutto, “alla promozione della partecipazione dei giovani alla vita politica e amministrativa locale”.
La mozione viene inserita al punto 18 dell’ordine del giorno del Consiglio comunale del 25 luglio u.s..
Accade – continua la nota – che al momento della trattazione, dopo l’esposizione del contenuto della mozione fatta dalla nostra Consigliera Sergi, il Sindaco chieda il rinvio del punto perché:
⦁ La costituzione del “Consiglio comunale dei Giovani” e già nel programma elettorale della coalizione che lo ha candidato Sindaco e a cui i cittadini hanno dato il voto;
⦁ sono già state adottate delle iniziative (tra le quali un manifesto e incontri) per la costituzione del Consiglio richiesto;
⦁ se si approvasse la mozione si potrebbe rivendicare, a torto, la “primogenitura“ della proposta.
La Consigliera Sergi chiede, da regolamento, che comunque si voti la mozione e la maggioranza, compatta e silente (assente il resto dell’opposizione), boccia.
La pubblicazione postuma (il 27 luglio 2016 ndr) del manifesto citato dal Sindaco come una delle iniziative già fatte e, inoltre, la verifica che:
⦁ nel programma elettorale della coalizione che governa la Città di Albano, firmato dal Sindaco eletto, non figura nessun riferimento a Giovani e tanto meno a un probabile “Consiglio comunale dei Giovani”;
⦁ nessuna iniziativa è stata attuata sino alla data odierna per la realizzazione di quanto chiesto nella mozione della nostra Consigliera;
ci conferma una metodologia e un concepire la politica da parte di questa maggioranza che amministra la nostra Città, che si ispira a concetti e pratiche che sono tra le cause maggiori dell’allontanamento dei cittadini alla partecipazione e contributo al governo del bene comune e, tout court, della loro sfiducia nella politica.
Rimane – si conclude così il comunicato stampa di FabricAlbano – la positiva constatazione che se non fosse stato per la mozione della nostra Consigliera Sergi l’iter per la costituzione del “Consiglio dei Giovani della Città di Albano Laziale” sarebbe stato l’ennesimo “Pokemon” da ricercare nei meandri delle presunte intenzioni che costellano la verbosità dei nostri Amministratori, Sindaco in testa”.

Print Friendly, PDF & Email