Continua il periodo nero della Libertas Genzano femminile

0
1475
ciafrei
Cristina Ciafrei capitano Libertas Genzano Pallavolo
ciafrei
Cristina Ciafrei capitano Libertas Genzano Pallavolo

Non accenna a concludersi il periodo scuro della Libertas Genzano nella Serie C Femminile. Dopo un promettente inizio di Campionato in cui hanno centrato il filotto di cinque vittorie di fila, le ragazze guidate dal coach Claudio Scafati si sono infilate in un lungo tunnel di risultati negativi che ancora non vedono lo spiraglio della luce nel fondo. Problematiche interne al Gruppo, infortuni a catena, motivi di studio e di lavoro, assenze sempre più frequenti rendono ovviamente più difficili gli allenamenti e di conseguenza le prestazioni a fine settimana in campionato. Tanto impegno in palestra da parte delle ragazze al momento a disposizione del tecnico, ma l’emergenza continua senza apparente soluzione di continuità. Sabato scorso erano indisponibili per vari motivi ben sei atlete della rosa e la formazione scesa in campo è stata frutto del numero di giocatrici disponibile. La gara contro la quotata Roma Nord, già difficile sulla carta per il valore tecnico e di esperienza dell’avversario, si è fatta quasi proibitiva sul terreno di gioco. Ciò nonostante le ragazze in casacca biancazzurra hanno gettato nella mischia tutta la grinta, il carattere e la determinazione che hanno in corpo al momento attuale della stagione, uscendo alla fine sconfitte, ma con il caldo applauso del pubblico amico accorso sugli spalti della palestra Marchesi per sostenerle. Una buona prova in complesso con evidenti segnali di ripresa che hanno confortato al termine il coach di casa, ma il risultato è arriso – come detto – alle ospiti. Le padroni di casa sono scese in campo con Napoli al palleggio con Mirabelli in diagonale nel ruolo di opposto, alle bande Ciafrei e Floridi, al centro Risa e Fattorini ed infine Soldati nelle mansioni di libero. Una formazione molto giovane di età che ha saputo vendere cara la propria pelle. Le locali partivano a razzo, scaricando sul taraflex tutta la rabbia per le vicissitudini accumulate negli ultimi tempi. Le più quotate romane sono rimaste sorprese da ciò che non si aspettavano e si sono trovate subito in difficoltà. Ad un certo punto il tabellone luminoso segnava il punteggio di 20-13 per la Libertas, di certo una cosa inattesa. Non tardava la reazione ospite che con un parziale perentorio di 0-7 raggiungeva la parità. Ma lo sprint del set iniziale si tingeva ancora di biancazzurro ed il primo set si chiudeva sul meritato 25-20 per le padroni di casa. Il secondo parziale, come si temeva in casa Genzano, vedeva la salita in cattedra della compagine capitolina che progressivamente ritrovava le certezze perdute nella fase iniziale e si impadroniva delle operazioni. Sempre più evidenti le difficoltà di Ciafrei (nuovo capitano) e compagne che lottavano con encomiabile grinta sino al 15 pari per poi cedere progressivamente sino a lasciare via libera alle antagoniste, che agguantavano il set del pari (18-25). Per la cronaca, doloroso infortunio alla caviglia sinistra in ricaduta da un muro, al numero 18 ospite, Alice Pasqua, costretta alla sostituzione. Nel terzo parziale le atlete della Roma Nord, sulle ali dell’entusiasmo, ripartivano perentoriamente. Sull’1-5 Scafati era costretto a spendere il suo primo time-out. Alla ripresa, le padrone di casa, sotto la spinta delle tribune amiche, riuscivano a farsi sotto fino al 13-15 ma non ce la facevano proprio ad agganciare le rivali. 18-25 per Roma Nord e 1-2 nel computo dei set. Genzano si ricatapultava di nuovo nella tenzone all’inizio del quarto parziale e si portava avanti 8-5 ma veniva raggiunta sull’11-11. Poi la compagine ospite pian piano murava le bocche da fuoco delle genzanesi ed il risultato prendeva la via della Capitale (21-25). Gioco ed incontro per le ragazze in completo nero. Ovvio dispiacere tra le file di casa ma consapevolezza che la voglia di reagire alle avversità c’è ed anche la grinta e la determinazione giusta. Passerà, passerà anche la fase negativa con l’impegno in palestra ed il lavoro. Occorre però crederci fermamente e non mollare con la testa neanche di un centimetro. Dopo la tempesta c’è sempre il sereno.

 

LIBERTAS GENZANO – ROMA NORD VOLLEY TEAM       1-3

(25-20; 18-25; 18-25; 21-25)

LIBERTAS GENZANO: Floridi 13, Ciafrei (cap.) 10 , Mirabelli 13, Risa 5, Napoli 1, Pasciuti, Fattorini 4, Mastrogirolamo, Giallonardi, Soldati (libero) – All.: Scafati

Aces: 5 – Muri punto: 2 – Battute sbagliate: 15 – durata gara: 1 ora ed 50 min.