Crazy Crabs, i frascatani in finale ai campionati italiani

Il Beach Rugby di Frascati con i Crazy Crabs per la 7ma volta ai vertici nazionali

0
1177
crazycrabs
Crazy Crabs Frascati - Beach Rugby

Che il rugby a Frascati sia affare di cuore, ormai è noto a tutti. Ma che succede quando, dopo un anno di placcaggi, mete e terzi tempi, i campionati ufficiali finiscono e arriva la bella stagione? Come continuare a giocare allo sport più bello del mondo divertendosi insieme agli amici di sempre? Semplice, mettendo via calzettoni, scarpini e…continuando a farlo sulla sabbia. Così nel 2008 sono nati i Crazy Crabs, da un gruppo di amici e compagni di squadra cresciuti a pane, birra e palla ovale al campo di Cocciano e che partita dopo partita, spiaggia dopo spiaggia, nell’arco di nove anni sono arrivati per ben sette volte alla fase finale del Campionato italiano di Beach Rugby, qualificandosi secondi per ben quattro volte. Numeri importanti quelli raggiunti dai 50 giocatori Crazy e dagli oltre 60 soci di questo squadrone di “granchi pazzi” che ha saputo lasciare il segno dall’Adriatico al Tirreno, tra coppe alzate, cuori infranti e memorabili terzi tempi, esportando con gioia, goliardia, semplicità e uno stile inconfondibile, quella che è diventata la loro cifra distintiva: fare rugby divertendosi e facendo divertire. Un gruppo stupendo che ha saputo letteralmente trascinare con sé in giro per le spiagge italiane un pubblico di sostenitori sempre più numeroso e affezionato; un gruppo proveniente quasi totalmente dal vivaio frascatano che proprio nei giorni scorsi ha visto due dei suoi giocatori storici, Andrea Barbati (Frascati Rugby Club) e Marco Bitetti (Unione Rugby Capitolina) indossare la maglia della Nazionale italiana di beach rugby e vincere in Russia il Campionato europeo.

Anche quest’anno la sfida si rinnova sabato 29 luglio al Master finale che si disputerà a Terracina ma i Crazy, che hanno conquistato l’accesso alle finali con tre giornate d’anticipo, quest’estate hanno addirittura rilanciato, riuscendo a qualificare non una ma ben due formazioni: ad affiancare i più noti Crabs, dopo gli ottimi risultati raggiunti, ci sarà infatti la squadra cadetta dei Crazy Rats. Una famiglia sempre più unita e numerosa che ha fortemente creduto nel potente valore inclusivo che ha il rugby e che va oltre maglie e colori. Un progetto importante che non si ferma all’estate, ma che ha intenzione di lavorare tutto l’anno e creare le basi per un beach rugby aperto anche ai ragazzi più piccoli, nell’ottica di formazione e crescita che da sempre ha contraddistinto questo gruppo in cui militano non solo giocatori ma anche allenatori e preparatori. L’appuntamento con i granchi rossoblu è quindi per sabato dalle ore 10 fino a notte inoltrata allo stabilimento Rive di Traiano a Terracina, ma nel frattempo, oltre che sulla pagina facebook Crazy Crabs Beach Rugby, è possibile incontrare questi “ragazzacci” a Frascati. Stasera saranno a San Rocco dall’ora di cena: fatevi offrire una birra e trascinare nel loro fantastico mondo, magari sulle note di “Take me home, country Roads” di John Denver. Don’t be lazy, join the crazy!