Cynthialbalonga (calcio, serie D), Capaldo è carico: “La sfida con la Cavese dà stimoli altissimi”

La Cynthialbalonga è pronta a indossare il suo abito migliore. Domenica prossima, allo stadio “Bruno Abbatini” di Genzano, arriverà la capolista del girone G

0
124

La Cynthialbalonga è pronta a indossare il suo abito migliore. Domenica prossima, allo stadio “Bruno Abbatini” di Genzano, arriverà la capolista del girone G di serie D ovvero quella Cavese che comanda la classifica con 32 punti, tre in più del Sarrabus Ogliastra secondo e nove di vantaggio rispetto alla stessa Cynthialbalonga che occupa il terzo posto. “E’ una gara che dà tantissimi stimoli, daremo il 100% e anche qualcosa in più – dice l’esterno sinistro difensivo classe 2004 Elio Capaldo – I numeri dicono che la Cavese è una squadra molto forte e finora merita di essere in vetta, ma siamo convinti di potercela giocare ad armi pari. Abbiamo una rosa forte in ogni reparto e giochiamo sul nostro campo, quindi vogliamo fare bene”. Capaldo fa un passo indietro per parlare del pareggio esterno a reti bianche di domenica scorsa sul campo del Trastevere: “Loro sono partiti forte e per noi c’è stato un po’ da soffrire, ma siamo stati solidi difensivamente. Alla distanza il Trastevere è calato fisicamente e mentalmente e noi abbiamo costruito due o tre opportunità buone per vincere la gara, ma alla fine è stato un pareggio giusto. Un po’ rammarico è rimasto anche perchè davanti hanno vinto, ma abbiamo dato il massimo e ci prendiamo questo punto che serve per il morale”. La Cynthialbalonga era reduce dalla sfortunata eliminazione dalla Coppa Italia (ai rigori) per mano dell’Ardea: “Avevamo giocato tre giorni prima e quello poteva incidere, poi a Trastevere si è giocato su un terreno in sintetico, mentre il nostro campo è d’erba naturale. La squadra, però, ha risposto bene dal punto di vista fisico”. Capaldo conclude tracciando un bilancio personale e di squadra di questa prima parte di stagione: “Sono abruzzese d’origine e per me questa è la prima esperienza fuori regione, volevo provare un’avventura lontano da casa che mi sta facendo crescere sotto tanti aspetti. Sono felice dello spazio che mi sono ritagliato finora e forse non mi aspettavo tutta questa fiducia, ma in allenamento do il massimo per farmi trovare pronto. Per quanto riguarda la prima parte di campionato della Cynthialbalonga direi che possiamo essere molto contenti: abbiamo lasciato per strada qualche punto, ma siamo stati sempre bravi a rialzarci”.