Dal 14 maggio riapre l’Isola Ecologica di Monte Compatri

Giovedì 14 maggio riapertura isola ecologica Monte Compatri lo annunciano l'assessore all'ambiente Sabrina Giordani e il sindaco Fabio D'Acuti

0
658
centro_raccolta_comunale
Centro raccolta comunale, Monte Compatri via Santa Maria Le Quinte

“ISOLA ECOLOGICA, D’ACUTI-GIORDANI: “DA GIOVEDÌ 14 MAGGIO APRE IL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE”

Apre giovedì 14 maggio 2020 il nuovo centro di raccolta del Comune Di Monte Compatri. L’isola ecologica di via Santa Maria Le Quinte sarà accessibile ai titolari di utenze domestiche (in regola con il pagamento della tariffa sui rifiuti) il martedì dalle 13 alle 16 e il giovedì dalle 9 alle 13. In relazione alle limitazioni della fase 2 per la prevenzione da contagio Covid-19, sono vietati gli assembramenti e i cittadini potranno accedere nell’area solo utilizzando i dispositivi di protezione individuali come mascherine e guanti. Sarà consentita l’entrata a un solo utente alla volta, il quale non potrà sostare all’interno del cento di raccolta per più di 20 minuti per svolgere il conferimento di rifiuti e materiali, mantenendo una distanza minima di un metro. Gli altri dovranno attendere il proprio turno all’esterno dell’isola ecologica, restando all’interno del proprio veicolo a motore spento, parcheggiato correttamente, senza intralciare il transito stradale. I rifiuti dovranno essere conferiti già differenziati presso la propria utenza e non eccedere nel limite consentito da regolamento.

Nel dettaglio:
ingombranti max 1 mc al mese (ad esempio: un divano, due poltrone, un armadio smontato, un materasso matrimoniale, due materassi singoli, un tavolo + quattro sedie smontati, ferro);
RAEE max due apparecchi ogni mese nel limite di 3mc complessivi;
Imballaggi in plastica, carta, cartone, vetro, metalli max 1 mc al mese;
Abiti usati max 4 sacchi da 20 litri al mese;
Toner e cartucce stampanti max 2 toner e 3 cartucce stampanti al mese;
4 pneumatici per utenza ogni 6 mesi;
piccole quantità di macerie/inerti originate da lavori domestici di riparazione (max 6 sacchetti da 20 litri al mese);
piccole quantità di cartongesso al mese (max 10 mq);
5 contenitori bonificati per fitofarmaci ogni 6 mesi;
teli agricoli (max 10 mq ogni 6 mesi);
2 batterie per auto ogni 6 mesi;
10 kg di olio motore esausto ogni 6 mesi;
10 kg di oli vegetali esausti al mese;
5 contenitori (max da 20 litri) di vernici ogni 6 mesi;
tubi in polietilene per impianti di irrigazione ogni 6 mesi (max 10 metri);
reti antigrandine ogni 6 mesi (max 10 mq);
ritagli di canaline in PVC ogni 6 mesi (max 5 spezzoni ogni 6 mesi).

conferire gli ingombranti tipo armadi, tavoli, letti, e ad altro mobilio smontati;
non portare all’isola ecologica i rifiuti contenuti in sacchi di cui non si possa verificare il contenuto;
non utilizzare il cassone degli ingombranti come cassone “di comodo” per buttare tutto mescolato senza differenziare i rifiuti (obbligo di legge ai sensi del D.lgs. 152/2006);
non iniziare le operazioni di scarico senza che l’operatore abbia registrato i dati dell’utente e abbia dato indicazioni su dove buttare ciascun rifiuto;
seguire sempre le direttive dell’operatore presente del CRC che è responsabile della qualità dei rifiuti raccolti all’isola ecologica.

E’ vero, il percorso è stato accidentato e ha registrato un ritardo nei lavori ma rappresenta comunque un nuovo risultato del gruppo di Nuovi Orizzonti per Monte Compatri”. Lo rende noto l’Ufficio Stampa del Comune compatrese.

Scarica qui:

Giovedì 14 maggio riapertura isola ecologica Monte Compatri

Print Friendly, PDF & Email