Dessì, “Monteporzio terzo mondo dei Castelli”

Il senatore Emanuele Dessì: "Monte Porzio Catone terzo mondo dei Castelli Romani, i genitori si devono pagare lo scuolabus"

0
474
monteporzio
Monte Porzio Catone

DESSI’ (M5S): “MONTE PORZIO TERZO MONDO DEI CASTELLI ROMANI, I GENITORI SI DEVONO PAGARE LO SCUOLABUS”

“Monte Porzio Catone, terzo mondo dei Castelli romani: quello che sto leggendo in queste ore mi lascia senza parole, allibito. Genitori costretti a girare di ditta in ditta per avere preventivi ed alla fine essere costretti, come purtroppo temevo, a pagare il servizio di trasporto scolastico dei propri figli per conto proprio”. E’ secco il commento del senatore 5 stelle Emanuele Dessì alla fine, decisamente ingloriosa, di una vicenda che ha tenuto per settimane in ansia i papà e le mamme dei ragazzi che frequentano le scuole comunali della piccola città dei Castelli romani. “Questi signori dovrebbero sollevarsi dall’incarico, svestire quella fascia tricolore buona solo per fare passerelle alle sagre ed andarsene a casa. Il Comune di Monte Porzio Catone è l’Ente più inutile d’Italia: che cosa stanno a fare questi signori che dovrebbero amministrare e quantomeno garantire i servizi ai cittadini?”. Già tre settimane fa il senatore pentastellato era intervenuto accusando sindaco e Giunta di assoluta incapacità amministrativa ed ottenendo una risentita replica da parte dell’Esecutivo monteporziano. “Credo che a questo punto il sindaco Pucci possa chiedere ai cittadini anche di pulire le strade, cambiare le lampade dei lampioni pubblici, pagare le maestre degli asili e magari regolare il traffico: d’altra parte, questa Amministrazione a cosa serve?”. E conclude: “Il sindaco, la vice sindaco che farfuglia ancora giustificazioni e ringraziamenti a destra e manca per coloro che si sono fatti il mazzo per coprire l’inadeguatezza di questi amministratori, devono fare una sola cosa: andarsene e far risparmiare ai cittadini i loro gettoni di presenza. A casa!”.

Print Friendly, PDF & Email