F&D H2O U17 sconfitta dal Latina

Tempi “di mezzo” fatali all’under 17 dell’F&D H2O: al “Tortuga” passa lo Splash Latina (6-8). A1 alla prova SIS Roma, parla la Pustynnikova

0
324
pustynnikova
Eugenia Pustynnikova

UNDER 17, F&D H2O SCONFITTA DA SPLASH LATINA

Tempi “di mezzo” fatali all’under 17 dell’F&D H2O: al “Tortuga” passa lo Splash Latina (6-8)

h2o_latina
F&d h2o contro Latina

Battuta d’arresto per l’Under 17 dell’F&D H2O di mister Christian Di Zazzo, che viene sconfitta in casa dallo Splash Latina con il punteggio di 6-8. Una gara equilibrata sin dalle prime battute, ma ad essere fatale sono stati il secondo e il terzo tempo, nei quali le pontine hanno calato l’allungo risultato poi decisivo nell’economia del risultato finale. Cappelluti G. e Carosi tengono vive le veliterne nel primo parziale, terminato 2-2. Nel secondo tempo, invece, Velletri va a segno solo due volte con Pallante e ancora Carosi, mentre le ospiti ne siglano quattro andando in vantaggio di due marcature a metà gara. Terzo tempo ancora a favore del team di Latina, che chiude sul 2-0 ipotecando la vittoria. Reazione d’orgoglio, invece, nell’ultimo quarto: l’F&D H2O con i gol di Pallante e Cristea si fa di nuovo sotto, ma purtroppo non c’è tempo per la sperata rimonta. Il tecnico Di Zazzo ha così commentato la prova delle sue ragazze: “Per questa partita è difficile fare un commento. Abbiamo fatto noi la gara ma abbiamo preso dei gol di cui avevamo parlato in precedenza con le ragazze: loro facevano solo una cosa, ovvero prendevano fallo da fuori e tiravano con la classica palomba. Purtroppo hanno fatto 6 gol così e siamo andate in confusione, è entrata in gioco la paura di farsi sfuggire la partita. Questo è stato deleterio poiché si è smesso di giocare di squadra e si sono cercate soluzioni personali”. “Così non va bene” – prosegue Christian Di Zazzo – “perché un’atleta, se vuole essere leader, deve scegliere la soluzione giusta nel momento giusto, aiutare le compagne e non giocare da sola, altrimenti fa danno alla squadra. Questa partita ci sarà di grande insegnamento, ho avuto delle buone risposte caratteriali da alcune atlete a cui dico brave ma è solo il primo passo. Ora devono continuare su questa strada. Abbiamo due settimane dove potremmo migliorare i punti in cui siamo molto ma molto carenti, tipo il palleggio che ci ha fatto perdere ieri. Abbiamo sbagliato l’impossibile, questo è un obbiettivo a breve termine e possiamo migliorarlo solo con il lavoro, non esistono schemi. Dobbiamo migliorare sotto porta ed essere più cinici, spero che da questa sconfitta si riparta di slancio” – ha concluso il tecnico – “nelle difficoltà escono fuori i campioni e dagli errori si impara. Forza ragazze”.

F&D H2O – SPLASH LATINA 6-8 (2-2, 2-4, 0-2, 2-0)

F&D H2O: Meccariello, Ballarotta, Pallante (2), Cappelluti G. (1), Giuliano, Carosi (2), Ramellini, Cappelluti A., Cristea (1), Anzanelli, Baldo, Aprea, Attenni, De Angelis, Ducci. Allenatore: Christian Di Zazzo.

A1, F&D H2O alla prova SIS Roma. Pustynnikova non ha dubbi: “Testa e grinta per cercare il risultato”

“Si torna in acqua, per il 2019, e l’F&D H2O Domus Pinsa Lucarelli è subito chiamata ad una grande prova di forza contro la SIS Roma. Il team capitolino, ben più quotato e reduce dalla vittoria della Coppa Italia di inizio anno, arriva ad Anzio per l’ultima giornata del girone di andata. A parlare, in vista del derby laziale, è Eugenia Pustynnikova, una delle più esperte giocatrici di questa categoria. Intenzioni ambiziose per il team di Danilo Di Zazzo, che pur non avendo i favori del pronostico cercherà di ostacolare il cammino della SIS”;

Eugenia Pustynnikova, finisce il girone di andata e per l’ultima gara ad Anzio sarà derby con la SIS Roma fresca della vittoria in Coppa Italia. Che partita ti aspetti?

“Sarà una partita difficile, che dovremo affrontare con la testa e con la grinta. Cercheremo di fare del nostro meglio, portando onore alla società”;

Lottate per obiettivi diversi, ma all’F&D H2O servono punti per la salvezza: quali sono le armi che dovrete utilizzare per neutralizzare la forte compagine di Roma?

“Sicuramente la determinazione e la voglia di un riscatto”;

Questo periodo di sosta è servito alla squadra per allenarsi, ritrovare energie e correggere gli errori che hanno caratterizzato questo girone di andata?

“La pausa dal campionato è servita a recuperare le nostre energie, ma anche a resettare le scarse prestazioni ottenute nel girone di andata”;

Qual è la partita che ti ha lasciato più rimpianti tra quelle disputate finora?

“Abbiamo avuto molti avversari temibili. Partite però come quelle contro Bogliasco, Verona, Milano e Firenze, che erano alla nostra portata, sono risultate di poco successo”;

Sei soddisfatta delle tue prove in acqua oppure ti aspetti di più da te stessa?

“Essendo parte della squadra e avendo la squadra solo totalizzato tre punti, non sono soddisfatta delle mie prestazioni. Devo fare di più”.

Print Friendly, PDF & Email