Grilli pensanti Ariccia su chiusura Ponte

Grilli pensanti Ariccia, "niente strade alternative, niente lavori sul Ponte? Parliamone con i cittadini di Ariccia"

0
697
Ponte Ariccia
Il ponte di Ariccia collega la città dei Castelli Romani con la vicina Genzano di Roma

“Ai Grilli pensanti di Ariccia è chiarissimo che l’interruzione del Ponte rappresenterà un disagio per i Cittadini di Ariccia e dell’intero quadrante dei Castelli Romani e vorremmo  quindi che non VENGANO AGGRAVATI da sterili polemiche o da soluzioni “fantasiose” e costose:  i soldi pubblici, che li spenda l’ANAS, o il Comune, sono sempre SOLDI NOSTRI, di noi Cittadini – inizia così la nota. Vorremmo che l’Amministrazione sottoponesse a referendum consultivo, ogni ipotesi di soluzione, compresa la nostra proposta, che di seguito spieghiamo. La nostra proposta consiste nell’utilizzare la viabilità esistente, modificando alcuni sensi di percorrenza su solo DUE STRADE: via del Pometo e via Appia Antica, nel tratto tra la rotatoria del “Basto del Diavolo” ed il Comune di Genzano e istituendo un senso unico in Via Appia Antica, nel breve tratto tra via Cupetta e la rotatoria Via Appia antica/via della Croce. Per “sostituire” il nostro Ponte nel periodo dei lavori, abbiamo infatti ipotizzato due percorsi, uno in direzione di Roma ed uno in direzione di Genzano. Il primo, in direzione di Albano/Roma, prevede l’utilizzo di Corso Garibaldi e di Via della Croce (fino alla rotatoria del parcheggio/Via del Pometo), con lo stesso senso di percorrenza di oggi; l’inversione del senso unico di via del Pometo per tutto il suo percorso e l’immissione su via della Stella fino al raggiungimento della via Appia nuova ed il proseguimento del percorso nella normale ed attuale viabilità di Albano Laziale. Il secondo, proveniendo da Albano  in direzione di Genzano, prevede l’utilizzo di Via della Stella e di Via Appia antica, fino alla rotatoria del “Basto del Diavolo”/Via di Vallericcia, con lo stesso senso di percorrenza di oggi e  l’inversione del senso unico di via Appia antica per la parte rimanente del suo percorso fino al raggiungimento della normale ed attuale viabilità del Comune di Genzano. Siamo consapevoli – continua così la nota – che si tratta di strade strette e trascurate dalle Amministrazioni che si sono succedute nel tempo. Ma abbiamo anche chiaro che qui si sta parlando di VIABILITA’ ALTERNATIVA DI EMERGENZA, per la sola durata dei lavori del Ponte. Ma abbiamo anche chiaro che questa soluzione è semplice ed in grado di sbloccare l’avvio dei lavori del Ponte, con beneficio di tutta la Comunità, ed a bassissimo costo. Cosa che permetterebbe di usare i fondi previsti per la viabilità alternativa (se non sbagliamo, si tratta di 500.000€) per il MIGLIORAMENTO STRUTTURALE delle strade coinvolte, piuttosto che il loro sperpero in “soluzioni fantasiose” quali la strada nel Parco (dell’ex Sindaco Cianfanelli) o quella sulla scalinata storica, che “sembra” essere l’idea dell’attuale Amministrazione. Sulla nostra proposta e, eventualmente su altre alternative, se fossero individuate, chiediamo che venga aperta dall’Amministrazione un referendum consultivo. Noi, Grilli Pensanti, comunque – conclude così la nota – ci attiveremo per un confronto con i Cittadini di Ariccia sul tema”.

Print Friendly, PDF & Email