“Hind Behind”: ai Magazzini Teatrali di Velletri uno spettacolo distopico ispirato a Montale

Hide Behind è il Dio venerato da una piccola comunità̀, che osserva questo culto tramandato di generazione in generazione

0
104

Primo appuntamento teatrale in cartellone ai “Magazzini Teatrali”, in via San Crispino. Sabato 12 novembre alle ore 21 in scena uno spettacolo distopico inedito, con una drammaturgia originale, musica dal vivo e l’ispirazione da una storia vera. “Hind behind” – nato nell’ambito del Progetto Teatro dei Priskiller+the fighting wolves – con la regia di Giordano Luci è liberamente ispirato alla poesia di Eugenio Montale “Forse un mattino andando in un’aria di vetro” e al relativo commento di Italo Calvino.

 

Hide Behind è il Dio venerato da una piccola comunità̀, che osserva questo culto tramandato di generazione in generazione. I suoi membri seguono pedissequamente regole molto rigide, prima fra tutte il divieto assoluto di voltarsi indietro – pena l’esilio, violenza psicologica e punizioni corporali. Il gran sacerdote – fanatico e cattivo – vuole attuare la teocrazia senza scrupoli. Il suo animo è tormentato da “demoni oscuri” che egli riesce a controllare solo venerando l’Hide Behind. Agata, Amilcare e Radamanto vedono incrinarsi le certezze della loro fede nel momento in cui la loro amica d’infanzia Clizia, esiliata dalla comunità̀ quando erano tutti ancora bambini, ritorna… ogni falso equilibrio andrà rompendosi, fino al punto di tingersi di sangue. Ma proprio quando crederanno di essere finalmente liberi, l’Hide Behind si manifesterà̀ in tutta la sua magnificenza svelando il suo vero volto. “Hide Behind” è una raccapricciante parafrasi della società̀ moderna, un voler andare a gamba tesa “in mezzo agli uomini che non si voltano”. Lo spettacolo è intarsiato di installazioni musico-teatrali oniriche. La scenografia minimalista richiama un ambiente di culto e il pianista si erige su un organo dal quale condiziona tramite la musica le emozioni dei personaggi. Al centro, un trono di culto. Il gioco di luci è creatore delle atmosfere e degli stati emozionali.

 

L’appuntamento è per sabato 12 novembre, alle ore 21.00, presso “Magazzini Teatrali” (ex Teatro di Terra, via San Crispino, a Velletri). Lo spettacolo – scritto da Giordano Luci e Priscilla Menin – sarà interpretato da Giordano Luci, Priscilla Menin, Gianfranco Draicchio, Lorenzo Petrucci, Antonella Sciotti, tutti allievi del maestro Gennaro Duccilli formatisi presso il Teatro della Luce e dell’Ombra. Le musiche originali, suonate dal vivo, sono di Giovanni Paolo Palamara. Le scene e i costumi sono curati da Samira Del Lago, le luci da Antonio Accardo, l’audio da Giulio Duccilli. Ingresso unico € 15. Lo spettacolo, dopo la data di Velletri, approderà a Roma il 20 novembre alla Cappella Orsini e poi il 3-4-5 febbraio, sempre nella capitale, al Teatro Planet. Per info e prenotazioni: 3483221459.