Il Comitato Possibile di Albano richiama l’amministrazione sull’inquinamento dell’aria

0
1103
Anfiteatro Albano
Anfiteatro Severiano di Albano Laziale
Anfiteatro Albano
Anfiteatro Severiano di Albano Laziale

“La Salute dei cittadini di Albano, Pavona e Cecchina non è un problema secondario, ma un bene comune e condiviso”. Esordisce così in una nota il Comitato “Pepe Mugica” del movimento politico fondato da Filippo Civati Possibile, di Albano Laziale.

“Urge in particolare un’immediata ed efficace soluzione al problema dell’aria irrespirabile, dovuta al traffico veicolare che da anni congestiona le strade della nostra città, e dall’acre odore che si leva dalla discarica di Roncigliano e che raggiunge tutto il territorio.

Sul sito ufficiale della Città di Albano Laziale nulla si rileva in proposito e, nell’apposita Area Tematica del sito stesso (ambiente ed energia), non è neppure previsto un settore specifico.

Si richiede pertanto all’Amministrazione Comunale – continua la nota di Possibile – di adottare misure e provvedimenti atti al contenimento dell’inquinamento atmosferico e di fornire pubblicamente e periodicamente i dati statistici risultanti dalle analisi di monitoraggio ambientale.

Lieti di essere smentiti in proposito, ad oggi non risulta che ad Albano ci siano le centraline di rilevamento della qualità dell’aria né, se esistenti, che siano operative e dove siano collocate; riveste pertanto la massima urgenza provvedere affinché venga implementata se esistente, altrimenti accuratamente predisposta in collaborazione con gli enti preposti, una efficiente rete di rilevazione installata nei punti critici della Città.

Ci affidiamo ai consiglieri che come noi sentono questa esigenza, per portare in Consiglio Comunale le nostre istanze

Ogni cittadino ha diritto – conclude la nota – di conoscere lo stato della qualità dell’aria che respira”.