Insieme per Mastrosanti attacca la maggioranza di Spalletta

0
888
palazzomarconi
Palazzo Marconi, l'edificio che ospita il Comune di Frascati e alcuni suoi uffici
Palazzo del Comune di Frascati
Palazzo che ospita il Comune di Frascati

“Ieri in Consiglio Comunale per l’ennesima volta l’ibrida maggioranza – dichiara in una nota il gruppo consiliare Insieme per Mastrosanti – che “governa” la città ha dato nuovamente prova della sua incompetenza e della sua arroganza.

Per l’ennesima volta si è dovuto procedere al ritiro di un punto all’ordine del giorno per mancato rispetto delle procedure e, dopo aver completato l’esame di soli due punti, i Consiglieri di maggioranza, escluso il solo Zangrilli, su comando proveniente dal tavolo della Giunta, hanno alla chetichella uno dopo l’altro abbandonato l’aula, facendo mancare il numero legale e non consentendo, così, la prosecuzione dei lavori.

Per l’ennesima volta la maggioranza ha volutamente impedito la discussione di Mozioni importanti presentate dalle opposizioni, riguardanti temi centrali quali i lavori per l’ampliamento del cimitero, proposte in tema di parcheggi, i lavori di riqualificazione della Piazza Vanvitelli a Vermicino, la gestione delle mense scolastiche, nonché i contributi pre e post elettorali ricevuti dal Sindaco Spalletta da parte di Cooperative sociali operanti nel settore della immigrazione e aventi in gestione il centro di accoglienza richiedenti asilo di Vermicino.

Tutto questo avallato – continua la nota – da un Presidente del Consiglio Comunale, di parte e di divisione, non garante delle prerogative di tutti i Consiglieri e da un Sindaco che continua a lasciar correre tutto ciò che sta accadendo, senza mai far levare la sua voce, nella totale apatia.

Questo atteggiamento, che ormai si ripete sistematicamente, non è più tollerabile e rappresenta una grave violazione degli obblighi di mandato da parte dei Consiglieri di maggioranza, rappresentativo di una assoluta mancanza di rispetto non solo nei confronti delle opposizioni (che a Frascati rappresentano circa i due terzi dell’elettorato), ma della cittadinanza tutta. Il tutto nell’assenza di governo della città, lasciata nel più totale abbandono, con attenzione solo alle iniziative ludiche e di facciata finalizzate – concludono i consiglieri Mastrosanti, D’Uffizi e Gizzi – alla ricerca di effimeri consensi”.

Print Friendly, PDF & Email