La giovanissima Melania Verde vince il premio di poesia Vittoria Colonna

0
3088
Melania Verde Premio Vittoria Colonna
Melania Verde vince il Premio di Poesia Vittoria Colonna a Marino
Melania Verde Premio Vittoria Colonna
Melania Verde vince il Premio di Poesia Vittoria Colonna a Marino

E’ di Rocca di Papa Melania Verde, la giovanissima vincitrice del Premio di Poesia Biennale Nazionale «Vittoria Colonna» promosso dalla Pro Loco di Marino con il patrocinio del Comune di Marino, assessorato alla Cultura.

Studente di terza media all’istituto «Leonida Montanari», Melania si è aggiudicata il plauso della giuria per la poesia «Ti illudi». Tra le altre finaliste selezionate dal gruppo di lavoro composto dal presidente della Pro Loco Massimo Lauri, dal presidente del Sistema Bibliotecario dei Castelli Romani Massimo Prinzi, da Maria Angela Nocenzi della Biblioteca Vittoria Colonna archivio storico comunale, dall’insegnante di Lettere Lucia Antonini e dalla poetessa Anna Appolloni, Beatrice Tota con la poesia dialettale «Er monno» e Letizia Roic con il testo «Le meraviglie della natura».

A Carla Nico di Lanuvio con il testo poetico «A piedi nudi» edito dal Comune di Lanuvio, il trofeo «Roberto Galasso 2013» inserito all’interno della manifestazione. Ai vincitori un attestato di partecipazione con una somma in denaro. Nel corso della cerimonia di premiazione, tenuta lo scorso 5 ottobre a Palazzo Colonna e presentata da Anna Appolloni, sono stati ricordati i 40 anni dalla fondazione della Pro Loco. Vi hanno preso parte i Sommelier gruppo Castelli Romani.

«Fondato con la volontà di dare espressione alla cultura poetica del territorio e non solo – afferma Massimo Lauri – il premio letterario nasce nel contesto di un cenacolo culturale dove, oltre alla letteratura capace di produrre e stimolare il pensiero dell’uomo, è stato celebrato il vino Marino doc, sapientemente promosso dal presidente per eccellenza dell’Associazione Sommelier Castelli Romani Roberto Galasso, la figura più rappresentativa del territorio che, negli anni in cui è stato presidente dell’Ais di zona, ha contribuito non poco a divulgare e fare amare il vino dei Castelli Romani e di Marino in particolare. E’ così che la Pro Loco, nel rispetto delle sue finalità di promozione della cultura e delle tradizioni del territorio, nel contesto del premio letterario dedicato alla poetessa marinese del XVI secolo che, nella sua vita, fu circondata e apprezzata dai migliori artisti e letterati dell’epoca come Michelangelo, Ludovico Ariosto, Jacopo sannazaro, Giovanni Pontano, Bernardo tasso, Annibale caro, Pietro Aretino e molti altri».

«Se noi ora siamo qui – ha detto l’assessore alla Cultura Arianna Esposito – è perché qualcuno, in passato, ha lasciato un segno importante. I Castelli Romani, ancora una volta, come già accaduto nel XVII secolo con gli artisti viaggiatori del Grand Tour che hanno eletto il nostro territorio a luogo privilegiato decantandolo nelle loro opere immortali a tutti i livelli espressivi, dimostrano ancora oggi la loro capacità ispiratrice per l’arte. Per i suoi luoghi e i suoi paesaggi, unici al mondo, il suo patrimonio storico, archeologico e architettonico che, raccontando, nel loro esistere, un passato non poi così troppo lontano, parlano di noi. Nella consapevolezza del valore della conoscenza, senza la quale non c’è futuro. E’ apprezzabile vedere come, giovani studenti, sappiano così profondamente interpretare e farsi portavoce di quello spirito creativo e di quella sensibilità che, nel tempo, hanno saputo lasciare un’impronta indelebile nella storia dell’umanità».

Print Friendly, PDF & Email