L’Asd Frascati Calcio è implacabile in casa

0
1142
simonetti
Simonetti Asd Frascati
simonetti
Simonetti Asd Frascati

Avanti così. Dopo il pari in trasferta contro il Real Tuscolano, l’Asd Frascati è tornato al successo contro il Segni e l’ha fatto in maniera netta, forse più di quanto dica il 4-1 finale. Nonostante tre assenze di “peso” (capitan Ferrazza, Crisari e Libertini, che è dovuto uscire per infortunio dopo appena 20’) i ragazzi di Ferri hanno fatto il bello e il cattivo tempo, dimostrando un’evidente superiorità rispetto alla squadra avversaria. Nessun pericolo nel primo tempo, impreziosito dal gol di Simonetti, qualche pausa solo a risultato acquisito, sul 4-0 (in rete anche Tiberi, Stornaiuolo e ancora Simonetti) ma anche altre due-tre occasioni non sfruttate che avrebbero rimpinguare il bottino dei padroni di casa. Tre punti preziosi, che consentono ai castellani di agguantare il secondo posto, in attesa di un’altra prova verità, domenica prossima, sul campo dell’Atletico Morena.

“E’ andato tutto per il verso giusto –spiega Simone Simonetti-, siamo stati anche molto ordinati e concreti. E di fronte avevamo una formazione di tutto rispetto, contro cui per le altre sarà difficile vincere. Il pari di due domeniche fa? Ormai è acqua passata, guardiamo avanti consapevoli delle nostre qualità. Il campionato è ancora lunghissimo, ma i valori ssi stanno man mano delineando”. Anche lo scorso anno il Frascati partì forte, poi subì una secca battuta d’arresto nella seconda parte di stagione. “Quello che è accaduto un campionato fa non è un nostro pensiero fisso –continua l’esterno di mister Ferri- però deve esserci d’insegnamento per il futuro e farci capire che non si può mai mollare, soprattutto a livello mentale. Quest’anno non c’è una squadra nettamente al di sopra delle altre, ma c’è parecchio equilibrio per cui è ancor più importante tenere alta la tensione e dare continuità sia ai risultati che alle prestazioni. Come stiamo facendo finora”. Forse non è un caso, che i due gol siano arrivati da esterno alto e non da terzino. “Il mister sa perfettamente che da me ha la massima disponibilità –precisa- come conosce altrettanto bene le mie preferenze. Mi piace giocare più avanti, in modo da arrivare più spesso alla conclusione ma non è un problema, la squadra viene prima di tutto. Però forse con questi due gol lo metto in difficoltà…..”

UN’ALTRA PROVA DEL NOVE – Per una prova di maturità superata, eccone un’altra che si avvicina. Domenica, infatti, gli arancioamaranto saranno di scena a Morena, contro una delle squadre più in forma del girone, reduce da tre successi consecutivi e carica di entusiasmo perché dopo due promozioni consecutive, c’è la voglia di provare a centrare la tris. “Non sarà certo una passeggiata –conclude Simonetti- ancor di più se consideriamo che saremo ancora una volta in formazione leggermente rimaneggiata. Però andiamo a giocarcela a viso aperto, convinti dei nostri mezzi. Se vogliamo arrivare il più in alto possibile, gare come la prossima sono da vincere. Perciò massimo rispetto, ma nessuna paura. Queste prime giornate hanno dimostrato che possiamo fare risultato contro chiunque, su ogni campo”.

Difficile, ma non impossibile, il recupero di Libertini che ha subito una forte contusione al ginocchio, situazione simile per capitan Ferrazza. Potrebbe invece tornare a disposizione Crisari, che ha già iniziato ad allenarsi col resto del gruppo.