Le donne nella Divina Commedia

Incontro al Liceo James Joyce con lo scrittore e dantista Aldo Onorati sul tema delle donne nella Divina Commedia e nella società

0
1293
joyce
Aldo Onorati al Liceo Joyce

Tante le attività del Liceo J. Joyce  di Ariccia: da           Sfoglialeimmagini , alle lezioni pomeridiane di italianistica per le quinte, dai progetti teatrali in Auditorium fino all’incontro con lo scrittore e dantista Aldo Onorati avvenuto ultimamente sul tema delle “Donne nella Commedia”, incoraggiato dal preside prof. Roberto Scialis con l’intento di aprire la realtà didattica al territorio (ricordiamo la presenza recente di Alberto Angela, Giorgio Bàrberi Squarotti e altri).

Aldo Onorati, appassionato studioso e divulgatore di Dante, ha catturato l’attenzione di trecento studenti presentando tre figure femminili assai emblematiche del Poema Sacro: Francesca da Rimini, Pia dei Tolomei e Piccarda Donati.

Ad intervallare ci sono state letture di alcuni passi dal volume “Canto per canto: manuale dantesco per tutti, dello stesso Onorati (edito dalla Società Internazionale Dante Alighieri) da parte di Teodora Bisorca, Francesca di Giulio e Francesco Ercolani, alunni del quarto anno, con l’accompagnamento al pianoforte di Chiara Thieke, giovanissima del biennio.

Gli studenti delle varie classi sono stati i veri protagonisti dell’evento e hanno partecipato con vivo interesse e massima attenzione. Sono emerse molte domande interessanti, che hanno costruito un colloquio con prof. Onorati, approfondendo così la grande modernità di pensiero dell’Alighieri anche in fatto di “genere”: egli ha esaltato la figura femminile contrapponendosi al suo tempo in cui la donna aveva un ruolo marginale nella società.

Al termine un messaggio per tutti: il potente pensiero di Dante nel saper evidenziare le sofferenze e gli smarrimenti dell’uomo e l’attualità con cui il Sommo Poeta ha precorso i tempi soprattutto riguardo la rivalutazione del “gentil sesso” e il mondo della politica, investendo una straordinaria sintesi etico-religiosa che già supera alcune strettoie del Medioevo. Due ore di intensa partecipazione!

Print Friendly, PDF & Email