M5S Marino “Sempre con le mani libere”

"Quest'oggi abbiamo consegnato alla Corte dei Conti tutta la rendicontazione delle spese sostenute per la campagna elettorale. Come nostro costume, possiamo condividerlo in modo trasparente con tutti i nostri concittadini".

0
82
“SEMPRE CON LE MANI LIBERE
E’ trascorso un mese dalla conclusione delle elezioni amministrative 2021; una tornata elettorale molto “particolare”, che ci ha visto sconfitti per un “pugno di voti” dall’attuale Sindaco Stefano Cecchi. Le stranezze si sono manifestate sin da subito: una coalizione con Forza Italia e Lega, il sostegno opaco dall’altra metà della destra marinese guidata da Fabrizio De Santis con Fratelli d’Italia e l’appoggio elettorale di Adriano Palozzi, oggi solo in apparente minoranza. Una presunta sinistra che si è spesa unicamente contro il MoVimento 5 Stelle e che, una volta esclusa dal ballottaggio, si è prostrata alle destre con un sostegno, anche plateale, che ha prodotto non pochi imbarazzi e mal di pancia nei piani superiori.
Questo ha saputo esprimere la classe politica di Marino: la totale negazione di ideali e ideologie per la mera e volgare conquista di potere e poltrone, che sono l’unico vero argomento interessante dei nostri avversari politici.
Nel periodo elettorale abbiamo fatto eventi di diverso genere, al chiuso, all’aperto, suddivisi per temi e necessità dei cittadini; abbiamo distribuito materiale informativo di varia natura, dalle sintesi tematiche dell’enorme lavoro fatto in questi 5 anni alla visione di futuro per gli anni a venire. Abbiamo svolto una campagna elettorale con l’intento di informare il cittadino e non di blandirlo con lusinghe e promesse alla “vecchia maniera politica” al solo scopo di carpire un consenso che portasse alla gestione del potere. Per noi, e lo abbiamo dimostrato ogni giorno nei cinque anni appena trascorsi, il potere è sempre stato nelle mani dei cittadini; mai nessun uomo o donna dell’Amministrazione Colizza ha pensato di aver raggiunto una meta, ma solo di aver conseguito il consenso della comunità per lo svolgimento di un servizio civico che avesse solo e sempre come fine ultimo la corretta gestione dei denari pubblici e il bene comune.
Abbiamo motivo di credere che chi ha vinto le ultime elezioni non sia mosso dai nostri stessi principi. Ci auguriamo fortemente di sbagliare: il tempo è galantuomo e permetterà di dire chi aveva ragione e chi torto.
Quest’oggi abbiamo consegnato alla Corte dei Conti tutta la rendicontazione delle spese sostenute per la campagna elettorale. Come nostro costume, possiamo condividerlo in modo trasparente con tutti i nostri concittadini.
Ben 5.500€ raccolti da semplici donazioni volontarie, autofinanziamenti ad eventi e qualche sostegno dai nostri portavoce in Regione/Parlamento, nessun contributo extra o “particolare” insomma. Quando ci sono stati donati più soldi di quel che ci occorrevano li abbiamo anche restituiti (la Banca stentava a crederci).
Questo perché abbiamo le mani libere, per poter operare in modo equo nel solo ed unico interesse dei cittadini liberi. Quegli stessi cittadini che hanno deciso di abbandonarsi all’astensione (grande e preoccupante), che ci farà subire un ritorno precipitoso nel passato più buio del nostro territorio, fatto di sperperi e scandali.
Ora aspettiamo di vedere quanto hanno speso gli altri candidati, da chi e come si sono finanziati la campagna elettorale, nella speranza di non dover assistere ad ennesimi problemi di legalità.
Print Friendly, PDF & Email