Marino, Santarelli, “Noi Socialisti soli ma non isolati”

0
974
Marino Palazzo Colonna
Palazzo Colonna a Marino
Marino Palazzo Colonna
Palazzo Colonna a Marino

Giulio Santarelli candidato sindaco e ventiquattro aspiranti consiglieri comunali, quattordici uomini e dieci donne, due delle quali di origine romena.

Questo lo scacchiere che compone la lista del Partito Socialista presentata venerdì 7 maggio all’ufficio elettorale di Palazzo Colonna in vista delle elezioni amministrative per il rinnovo del Consiglio comunale in programma il prossimo 5 giugno.

Numerose sono le personalità, le professioni, le associazioni e le tematiche che i socialisti marinesi hanno inteso rappresentare nell’elenco di candidati.

Capolista sarà il segretario della sezione Psi di Marino, Sergio Mestici che intende spiegare la ratio con cui la lista è stata composta: “Marino ha bisogno di risvegliarsi e questo può accadere soltanto puntando sulle eccellenze del territorio. Perciò abbiamo voluto individuare persone, donne e uomini, ognuno con una storia e un percorso significativo in qualche settore. Crediamo che oggi, in un momento storico e politico particolarmente complesso per l’Europa, per l’Italia e, nel loro interno, per la comunità locale di Marino, si possa solo mirare a una rinascita che parta da idee salde, progressiste e riformiste come quelle che il Partito Socialista può mettere in campo con la forza di una storia centenaria e la passione di un candidato sindaco come l’onorevole Giulio Santarelli dotato di una saggezza e di un’esperienza dovuti non solo al grande amore per Marino ma anche ai ruoli di sindaco, presidente della Regione Lazio, parlamentare e rappresentante dei governi nazionali ricoperti nel corso della sua vita politica durante la quale non ha mai smesso di essere al servizio dei cittadini di Marino”.

Tra i nomi di spicco (sotto la lista completa) si segnalano rappresentanti di vari mondi: dalla musica con Mario Alberti, alla cultura con Marco Bellitto e l’archeologo Alessandro Maria Regazzini, dalla medicina con la dottoressa Annarita Leuzzi al mondo dell’associazionismo sul territorio con lo storico rappresentante dei commercianti, Alvaro Cingolani e l’ex presidente della Pro Loco bovillense, Patrizia Faudella, fino all’incrocio con temi come l’integrazione autentica, praticata e vissuta in prima persona da candidate come le due marinesi di origini romene, Gabriela Rapanu e Iuliana Badicut, fino ad arrivare al tema dei diritti civili, presente nel programma del partito per Marino e rappresentato in lista dal militante dell’associazione GayLib, Francesco Di Rosalia.

Soddisfatto il commento del candidato sindaco Giulio Santarelli: ”Abbiamo messo in campo la migliore sintesi possibile per tirare la testa fuori dai gravissimi problemi del più vario genere che nell’ultimo decennio hanno colpito così duramente la città e la comunità di Marino. Abbiamo deciso di ripartire da temi forti e chiari come la legalità che deve essere alla base dell’operato di ogni amministratore, di maggioranza e di opposizione, puntando l’attenzione su questioni focali come il rispetto del territorio, il diritto alla salute, l’integrazione, lo sviluppo sostenibile e il progresso che deve essere in realtà una rinascita culturale e civile per Marino. Tutto questo destinando tutta l’attenzione che merita alla gravissima emergenza sociale e occupazionale che attanaglia la città nel più ampio discorso della crisi economica nazionale e internazionale. La politica ha il dovere di dare delle risposte, individuare le soluzioni, mettere in condizione la società, gli imprenditori di tornare ad operare con vitalità e entusiasmo, nel pieno rispetto delle leggi, far comprendere con chiarezza  a tutti che è solo dal rispetto pieno e totale delle leggi che si possono realizzare le condizioni per abbattere i privilegi, le ingiustizie sociali, le diseguaglianze che tanto male stanno facendo e tante speranze stanno togliendo in particolare alle nuove generazioni. I nostri ventiquattro candidati, credo, ognuno con il proprio vissuto, la propria storia, la propria esperienza, io stesso con la mia, riuniti attorno a un simbolo storico come quello del Partito Socialista, credo abbiamo le possibilità per dare vita alle soluzioni non facili ma possibili di cui Marino ha bisogno urgente. Per questo – conclude Santarelli –  speriamo di portare avanti, raggiungendo il miglior risultato possibile, questa competizione elettorale per dare una nuova amministrazione a Marino che ci vede, giocoforza, candidati con una lista autonoma. Soli ma non isolati perché sostenuti da quei marinesi che, come noi, vogliono tornare ad essere decisivi sul destino nostro, della comunità di cui siamo parte e della città di Marino in cui molti di noi sono nati e tutti amiamo e vogliamo riportare al livello di dignità e onorabilità che compete alla sua storia millenaria”.

CANDIDATI CONSIGLIO COMUNALE LISTA PSI – ELEZIONI AMMINISTRATIVE MARINO

MESTICI SERGIO

ALBERTI MARIO

BADICUT IULIANA

BELLITTO MARCO

BRIANTE GIUSEPPE

CAMPANILE PAOLINA

CARRINO DOMENICO

CINGOLANI ALVARO

CRESCENZI MASSIMO

DI ROSALIA FRANCESCO

FAUDELLA PATRIZIA

GRIECO HILARY MARIA NICOLE

LEONI SILVIO MAURO

LEUZZI ANNARITA

LIMITI MARIA

MANCINI LIVIO ROBERTO

MANOVELLA STELLA

MARCHESE FELICE detto ALESSANDRO

RAPANU GABRIELA

REGAZZINI ALESSANDRO MARIA

ROTELLI GIAMPAOLO

SANTARELLI BRUNO

STORCHI CRISTIANA

TOGNI LUCIA

Print Friendly, PDF & Email