Monteporzio Sharks, due giorni di festa al Cristiano Urilli

0
1480
welovevolley
We Love Volley, due giorni pallavolistica a Pallavolo
welovevolley
We Love Volley, due giorni pallavolistica a Pallavolo

Per gli Sharks quello appena trascorso sarà comunque un fine settimana da ricordare, anche se la C maschile non è riuscita a mettere il punto esclamativo nell’appuntamento più importante, almeno sotto il profilo dei risultati, della due giorni pallavolistica. Cuore, impegno e l’esordio in regia dell’ultimo arrivato Andrea Pietrangeli non sono bastati, ai ragazzi di Candi, per avere la meglio del Tuscia, che al “Cristiano Urilli” ha vinto 3-1 allungando al secondo posto della classifica. Resta un pizzico di rammarico per l’esito del quarto set, perso 27-29 dopo mezz’ora di battaglia, ma è chiaro che adesso la priorità è arrivare ai playoff con una chiara identità di squadra. E magari centrare almeno il terzo posto, occupato attualmente dalla Virtus Roma con due punti di vantaggio sui monteporziani. Solo buone notizie, invece, dal team femminile di Prima Divisione, che può finalmente festeggiare la salvezza matematica dopo il 3-0 sul Nettuno. Primo parziale combattutissimo e vinto 28-26 dalle ragazze di coach Aquili, che hanno poi mantenuto la concentrazione nei restanti due set gestendo sempre alla grande la partita. “Sono state bravissime –ha dichiarato l’allenatore- per come hanno giocato quest’anno meritavano già da tempo di poter tagliare questo traguardo, ma proprio per questo resto convinto che con un pizzico di convinzione in più avrebbero anche potuto ambire ad altri traguardi. Godiamoci questa vittoria, poi ne parleremo a fine stagione”. Tra le gare delle due prime squadre degli “squali”, domenica mattina è stata la volta del maxi torneo di minivolley, cui hanno preso parte circa 40 bambini e bambine tra i 6 e i 12 anni. Gli Sharks, padroni di casa, hanno sfidato i pari età di Grottaferrata, Colonna e Albano in una serie di partite 3 contro 3 che hanno appassionato gli oltre 150 spettatori per oltre 4 ore di spettacolo. A fine torneo, nessun vincitore ma tanti, tantissimi sorrisi e una speciale targa di riconoscimento per le società partecipanti, che hanno permesso ai loro tesserati di vivere un vero e proprio giorno di festa nel segno dello sport e del divertimento.

 

Print Friendly, PDF & Email