Verso il nuovo Ospedale dei Castelli Romani

Presso la Sala Maestra di Palazzo Chigi ad Ariccia avviato il primo modulo del progetto formativo dell'Asl Roma 6 in vista del nuovo Ospedale dei Castelli

0
1292
nuovo_ospedale_castelli_romani
Nuovo Ospedale Castelli Romani

“Ha preso l’avvio, presso la Sala Maestra di Palazzo Chigi ad Ariccia, il primo modulo didattico del progetto formativo ‘Verso il nuovo ospedale dei Castelli: modelli e strumenti per il cambiamento culturale e organizzativo’. Il progetto è concepito in partnership con alcune eccellenze universitarie regionali, come la Fondazione Campus Biomedico, l’Università Degli Studi Tor Vergata e la LUISS Business School. A questi partner è affidata anche la conduzione degli otto moduli didattici in cui si articolerà il percorso formativo. L’iniziativa è finalizzata alla valorizzazione delle abilità e delle competenze dei primi cento operatori (medici, infermieri, professionisti sanitari) che saranno chiamati ad operare all’interno di questa nuova e importante realtà ospedaliera. L’obiettivo ultimo è quello di realizzare un ospedale nuovo, rinnovato nella cultura professionale e nei modelli clinico-assistenziali, in grado di fornire risposte sempre più efficienti ed efficaci alla domanda di salute della comunità”. E’ quanto si legge in una nota. “L’attivazione del nuovo ospedale dei Castelli- ha detto il direttore generale della Asl Roma 6, Narciso Mostarda – rappresenta per la comunità professionale della Asl Roma 6 una straordinaria occasione per realizzare un salto paradigmatico che consentirà di pervenire a forme di organizzazione dell’assistenza più incisive nella decodifica e nella soddisfazione dei bisogni di salute. Era pertanto necessario concepire un intervento formativo sugli e con gli operatori che consentisse agli stessi di sviluppare il proprio potenziale professionale valorizzando saperi e competenze”. Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, riferendosi all’iniziativa e alla rete dei partner universitari attivata con la stessa, ha sottolineato che “è il più grande investimento. Quando le eccellenze si organizzano in reti di progetto, di pensiero, di formazione e di ricerca, significa che inizia a prendere. Nella sanità pubblica tutti gli operatori e i cittadini hanno vissuto momenti difficilissimi. Il commissariamento e il piano di rientro ha bloccato di fatto l’accesso al sistema sanitario regionale a una generazione di professionisti. Oggi apriamo un’altra pagina, quella degli investimenti, dello sviluppo del lavoro, dell’implementazione delle tecnologie e della valorizzazione dei saperi”. Per il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Daniele Leodori “i segnali di attenzione del presidente Zingaretti sulle politiche territoriali della Provincia di Roma sono molto forti e incoraggianti. Questa iniziativa, che supporterà tutti i processi di riorganizzazione dei servizi territoriali della ASL Roma 6, è fortemente innovativa e può rappresentare un modello ripetibile”. Infine, magnifico rettore dell’università degli studi di Tor Vergata, Giuseppe Novelli, ha evidenziato che “è la prima volta nella mia esperienza professionale che assisto ad un percorso virtuoso in cui l’apertura di una realtà ospedaliera così significativa è preceduta da un articolato percorso formativo finalizzato ad allineare le competenze degli operatori alle esigenze di ammodernamento dei setting assistenziali e dei modelli organizzativi”.

Print Friendly, PDF & Email