Mense scolastiche, incontro comune famiglie a Rocca di Papa

0
1645
Fortezza Rocca di Papa
Fortezza Rocca di Papa
Fortezza Rocca di Papa
Fortezza Rocca di Papa

Si è svolto oggi presso il Comune di Rocca di Papa l’incontro tra l’Amministrazione comunale e i genitori degli alunni degli istituti della Città in merito alla polemica sorta a seguito dell’aumento del costo della mensa scolastica. Con delibera di Giunta Comunale numero 86 del 9 luglio 2013, relativa a servizio di refezione scolastica 2013/2014, viene stabilito che l’importo di 4,54 euro più aumento Istat, venendo meno la compartecipazione comunale, è totalmente a carico delle famiglie.

“Le ristrettezze economiche cui dobbiamo far fronte ci hanno costretto a stabilire delle priorità – è il commento dell’assessore ai Servizi sociali Valentina Trinca – . In un periodo in cui i continui tagli alla  formazione hanno messo a dura prova il sistema scolastico nazionale, il sostegno  dell’Amministrazione alla scuola è divenuto fondamentale per garantirne il funzionamento  e il diritto allo studio a tutti i  ragazzi. I contributi erogati dal Comune a favore delle politiche scolastiche prevedono le agevolazioni, assegni e borse di studio per gli studenti meritevoli, la fornitura di libri e materiale scolastico, il servizio gratuito pre e post scuola, il trasporto scolastico agevolato, i progetti formativi extrascolastici, i corsi di inglese per studenti con tariffe agevolate, il progetto di alfabetizzazione degli alunni  stranieri e dei loro genitori, nonché l’ assistenza scolastica per i disabili per una spesa di 280 mila euro all’anno.

Con un notevole sforzo – aggiunge Querini – siamo riusciti a garantire anche per l’anno scolastico 2013-2014 la sezione dell’infanzia comunale, che accoglie i bambini tagliati fuori dal sistema scolastico, per un costo totale di circa 60 mila euro l’anno. Per quanto riguarda la mensa inoltre, sono previste agevolazioni per i casi sociali più gravi”.

Dall’incontro odierno è nata la proposta di costituire un gruppo di osservazione, formato dagli assessori Trinca e Querini, i responsabili dei due settori, Bilancio e Servizi sociali, e alcuni rappresentanti dei genitori, con l’obiettivo di ottimizzare l’aspetto tariffario imposto dall’azienda.