Roncigliano, gruppi consiliari di opposizione chiedono con fermezza chiusura definitiva della discarica

Nota dei consiglieri comunali Massimo Ferrarini, Federica Nobilio, Roberto Cuccioletta, Matteo Mauro Orciuoli, Pina Guglielmino, Romeo Giorgi, Giovanbattista Cascella, Marco Moresco, Luca Nardi.

0
289
palazzo_savelli
Palazzo Savelli

“Gli stessi gruppi consiliari hanno appreso che in data 20 agosto 2021 è stato depositato presso la Procura della Repubblica di Velletri un esposto a firma del sindaco del Comune di Albano Laziale che, come dichiarato dallo stesso , è relativo ad un possibile danno ambientale procurato dalle ordinanze di Virginia Raggi e Nicola Zingaretti per la riapertura della discarica Roncigliano”. Così i consgilieri comunali di opposizione di Albano.

“I gruppi consiliari di opposizione hanno chiesto con fermezza la chiusura definitiva della discarica di Roncigliano. Gli stessi gruppi consiliari hanno appreso che in data 20 agosto 2021 è stato depositato presso la Procura della Repubblica di Velletri un esposto a firma del sindaco del Comune di Albano Laziale che, come dichiarato dallo stesso, è relativo ad un possibile danno ambientale procurato dalle ordinanze di Virginia Raggi e Nicola Zingaretti per la riapertura della discarica Roncigliano. E’ abbastanza evidente che le notizie pervenute di documenti sequestrati dalla ASL Roma 6 hanno indotto il sindaco a depositare tardivamente l’esposto anziché firmare l’ordinanza di chiusura della discarica, ancor più se così sicuro che vi siano state irregolarità e scarico di rifiuti non conformi. Il sindaco, inoltre, ha disatteso l’impegno assunto nell’ultimo consiglio comunale del 29 luglio 2021 di organizzare un incontro in Regione Lazio e presso il Comune di Roma con una delegazione dei gruppi consiliari del Comune di Albano Laziale per rappresentare i disagi che la cittadinanza sta patendo a causa della riapertura della discarica. Per tali ragioni, i gruppi consiliari di Fratelli d’Italia, della Lega, di Insieme per Pavona e del M5S, nel prendere le opportune distanze dall’operato del sindaco che preferisce continuare a muoversi in solitaria senza confronto e senza mandato consiliare tralasciando ogni azione politica contro le scellerate decisioni della Regione Lazio e del suo presidente, hanno chiesto la convocazione di un consiglio comunale straordinario urgente avente per oggetto la illustrazione dettagliata e la discussione del contenuto dell’esposto depositato in data 20 agosto 2021 e conseguenti deliberazioni da intraprendere a tutela della salute dei cittadini di Albano Laziale. Per l’opposizione l’azione politica rimane l’unica perseguibile ”. I consiglieri comunali Massimo Ferrarini, Federica Nobilio, Roberto Cuccioletta, Matteo Mauro Orciuoli, Pina Guglielmino, Romeo Giorgi, Giovanbattista Cascella, Marco Moresco, Luca Nardi.

Print Friendly, PDF & Email