SERIE C1 CALCIO A 5: Gli ultimi 40 maledetti minuti! Scafetti ci racconta la “sua” Albano.

Capitan Fratini, Gianluca Zevini, Cristian Essien e Danilo Ercolani piegano sotto la pioggia uno Spinaceto 70 in partita fino all'ultimo secondo di gioco. Grande prova di Dario Gabbarini.

0
463

L’Albano calcio a 5 continua a sognare. Mai, negli ultimi dieci anni, da quando si era conclusa la parentesi della Serie B, la squadra della Famiglia Sette si era trovata così in alto. A un solo punto dal terzo posto che vede appaiate Colleferro e Technology, con le due squadre che si giocheranno gli ultimi quaranta minuti della regular season in casa di due compagini che devono fare punti ad ogni costo per garantirsi la permanenza nella massima serie regionale. Quindi, missione difficilissima, ma non impossibile. Tutta Albano sogna dopo la vittoria in casa dello Spinaceto 70 che cercava i tre punti necessari per rimanere in corsa salvezza. Ma la determinazione dei padroni di casa, la pioggia battente, la superficie penalizzante e, soprattutto, l’assenza forzata di Mister Stefano Sette per motivi di salute, non sono bastate a frenare la corsa dei ragazzi affidati alla guida di Roberto Scafetti che, da Preparatore Atletico, si è visto catapultare, a tre giornate dalla fine e in piena corsa Playoff, alla guida della squadra, vista anche la concomitante indisponibilità dell’allenatore in seconda, Fabio Belfiori.

Mister Scafetti, che si prova dopo queste due vittorie importantissime?

“Emozioni forti e grande soddisfazione per aver fatto finora qualcosa di veramente importante. Ci manca un solo punto per fare il record da quando siamo tornati in C1 e, per la prima volta, dopo tanti anni, stiamo provando l’adrenalina e il piacere di giocarci qualcosa di importante fino all’ultima giornata.”

Come nasce questa “nuova Albano”?

“Non c’è una nuova Albano. Quello che stiamo ottenendo é frutto di un duro lavoro che parte da lontano e che ora ci sta finalmente premiando. I veri protagonisti sono comunque i ragazzi, che stanno dimostrando una crescita sia come uomini che come giocatori e riempiono di orgoglio chi cerca di guidarli in questa avventura. Siamo un autentico gruppo e lo stiamo dimostrando soprattutto adesso, dopo i problemi di salute di Mister Stefano Sette, che lo stanno tenendo lontano dalla panchina. Tutto lo staff e la dirigenza mi hanno confermato la loro fiducia e me la fanno sentire giorno dopo giorno. Una grande responsabilità che diventa leggerissima grazie alla collaborazione e all’impegno dei nostri fantastici ragazzi che stanno dimostrando quanto veramente tengano a questa maglia e a tutta la famiglia Albano.”

Manca un solo, maledetto, punto per un risultato che all’inizio della stagione sembrava impossibile da raggiungere.

“Ci manca un ultimo gradino per terminare un’indimenticabile scalata e sono certo che tutti daranno il massimo e che alla fine verremo premiati per tutto ciò che stiamo facendo. Sabato le due squadre che ci sono sopra di un solo punto, giocheranno in trasferta e la storia di questa stagione ci ha insegnato che tutto può accadere. Noi faremo il nostro dovere fino all’ultima goccia di sudore e fino all’ultimo grammo di forza che avremo nelle nostre gambe, questo ve lo posso firmare con il sangue. Comunque vada, sarà una stagione che ricorderemo a lungo.”

Un ultimo pensiero sulla gara di sabato prossimo?

“Vorrei terminare con un invito a tutti i nostri sostenitori di riempire il Palacollodi per la partita di sabato contro il Levante Roma. Il sostegno del pubblico sarà fondamentale per noi. Se dobbiamo realizzare un sogno, lo dobbiamo fare tutti insieme. Per la nostra città, per l’Albano Calcio a 5, per i ragazzi, per il mister, per tutto lo staff e per il Presidente Tonino e per il Presidente Angelo che, dal cielo, farà sicuramente il tifo per i suoi ragazzi!”