Zingaretti chiude la campagna elettorale per Venanzoni sindaco

"Applausi e bagno di folla rigorosamente distanziato e in mascherina per il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti che ha concluso a Marino presso l’area delle Cave di Peperino la campagna elettorale del “centrosinistra allargato” per Gianfranco Venanzoni sindaco". 

0
165

ELEZIONI MARINO, ZINGARETTI CHIUDE PER VENANZONI SINDACO: “CON LUI COALIZIONE UNITA E PLURALE PER IL BENE COMUNE. CORAGGIO DA PREMIARE CON UNA VITTORIA” 

Applausi e bagno di folla rigorosamente distanziato e in mascherina per il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti che ha concluso a Marino presso l’area delle Cave di Peperino la campagna elettorale del “centrosinistra allargato” per Gianfranco Venanzoni sindaco.

È stato un appello a cogliere queste ultime ore che ci separano dal l’apertura dei seggi “perché sono le ore decisive queste ultime per risollevare una città che in questi cinque anni è stata bombardata” ha detto in apertura il candidato sindaco.
“Ricordate che o risorgiamo come comunità o siamo destinati a fallire da singoli” ha detto ancora Venanzoni parafrasando il monologo di Al Pacino nel film “Ogni maledetta domenica” e cedendo la parola al presidente della Regione, Nicola Zingaretti.
L’ex segretario nazionale del Pd ha colto al balzo: ”La battaglia per Marino non riguarda una persona, non riguarda solo Gianfranco che ci ha voluto mettere la faccia ma ha i contorni, mai come stavolta, di una vera battaglia politica e culturale per riaccendere la speranza dopo la più grande catastrofe dal dopoguerra ad oggi, la pandemia, che ora stiamo sconfiggendo in ambito sanitario ma dobbiamo ancora sconfiggere aiutando le persone a superare la paura” ha detto Zingaretti.
“C’è chi i problemi li elenca, chi li cavalca, noi vogliamo vincere per risolverli!” ha arringato la piazza il leader dem.
“Dobbiamo combattere perché abbiamo davanti miliardi di problemi ma non è vero che i problemi non si possono risolvere. Il Lazio sette anni fa era la carogna sanitaria d’Italia con 800 milioni al mese di debito. Oggi è l’eccellenza d’Italia grazie al fatto che siamo la regione che ha vaccinato di più perché noi, questa comunità democratica, abbiamo avuto il coraggio di mantenere la barra dritta e sostenere le scelte di rigore che sono state necessarie quando altri hanno continuato a strizzare l’occhio ai no mask, ai no vax. E se ora arriveranno 200 miliardi di euro dall’Europa con il #NextGenerationEU questo accadrà perché alle Europee abbiamo vinto noi che nell’Europa abbiamo sempre creduto e non chi diceva che l’Europa è l’origine dei problemi” ha proseguito.
“Vi dico di votare Gianfranco Venanzoni sindaco – ha proseguito Zingaretti – anche andando oltre la propria opinione politica perché lui è riuscito con coraggio a mettere insieme una coalizione plurale, ampia, aperta a chi ha idee differenti in nome dell’unità di una città. L’unita è un concetto magnifico. Mettere insieme cose differenti è un onore se si salvaguarda il bene comune. Perché quelle  differenze che lasciate sole perdono, se ci uniamo diventano vincenti e vinciamo noi” ha concluso il presidente della Regione Lazio.
Print Friendly, PDF & Email