A Garbatella la rassegna M’Illumino di Teatro

Dal 1 al 7 Agosto la rassegna gratuita di arte, teatro e musica

0
196
brama

Sono già pronti, dotati di sedie, cuscini e sdraio, gli spettatori di M’ILLUMINO DI TEATRO A GARBATELLA, la rassegna di spettacolo dal vivo in programma per il secondo anno nel cortile del Lotto29/B (via G. De Marignolli 10) dal 1 al 7 agosto. Sette giorni di arte, teatro, musica e iniziative per i più piccoli e tutto a ingresso libero: ecco la ricetta perfetta per dare ristoro al corpo e all’anima nelle torride giornate agostane!

La rassegna nasce con l’idea di riportare il teatro nello spazio della comunità, nella convinzione che la cultura sia condivisione di un’esperienza ed elemento fondamentale del vivere sociale, in un momento in cui sembra prevalere il più cinico individualismo cosa c’è di più semplice e accogliente di un cortile, un bicchiere di vino (in collaborazione con l’enoteca “La Mescita”) e una storia da ascoltare insieme? E in questo la Garbatella non ha perso l’identità di quartiere popolare a misura d’uomo, uno spazio che raccoglie il meglio del piccolo paese e il meglio della metropoli.

M’ILLUMINO DI TEATRO A GARBATELLA è un progetto di 369gradi vincitore dell’Avviso Pubblico biennale “Estate Romana 2023-2024, con il patrocinio di Municipio VIII, in collaborazione con ATER Roma e Eco Di Fata.

Già sold out il primo degli appuntamenti, il laboratorio per bambini che anticipa di un paio di settimane la rassegna vera e propria. Dal 17 al 21 luglio la libreria Eco di Fata (Via Michelangelo Tamburini, 10) ospita una dozzina di bambini tra i 5 e i 10 anni per 2030 IS NOW! MANI D’ARTE PER LA TERRA: un ciclo di letture e laboratori creativi alla ricerca delle forze primordiali che ci abitano e che regolano il rapporto fra Uomo e Natura. Non poteva che essere dedicata al quartiere l’installazione artistica LA GARBATELLA DEL FUTURO, a cura di Pietro Angelini e Gaia Petronio, fruibile liberamente in cuffia durante l’intero periodo della manifestazione dal 1 al 7 agosto a partire dalle ore 19:00. Con l’aiuto di esercenti e associazioni del territorio è stato chiesto a giovani imprenditori, lavoratori di ultima generazione, migranti residenti di seconda generazione, giovani famiglie che vivono nel Municipio, come vivono il quartiere e come lo immaginano nel futuro: le loro risposte, confluite nell’installazione artistica, ci aiutano a comprendere meglio la realtà in cui viviamo e al tempo stesso ci consegnano i sogni e le speranze per i prossimi decenni.

 

La prima serata di spettacolo è il 1 agosto alle 19:30 con MATTIA E IL NONNO di Roberto Piumini, con Ippolito Chiarello, regia di Tonio De Nitto che ci insegna con gli occhi innocenti di un bambino e la saggezza di un nonno a vivere la perdita come trasformazione e a comprendere il ciclo della vita. Una storia che come una carezza ha il potere di rassicurare e ci aiuta, piccoli e grandi, ad accettare la separazione come un viaggio che non fa più paura.

Il linguaggio dei Brama, il collettivo di 8 artisti rigorosamente under 30, assurti in poco tempo a punto di riferimento della nuova scena romana, spazia senza paura fra i generi usando una pluralità di forme d’arte in cui è complesso, se non impossibile, capire quale sia prevalente. La serata del 2 agosto (ore 19:30) con DIMENSIONE BRAMA promette di essere un evento che è allo stesso tempo una rappresentazione teatrale, un concerto rock e una performance d’arte contemporanea: un appuntamento speciale che ci proietta nel futuro delle arti performative.

Utilizzando le tecniche del teatro immersivo, momenti di incontro con esseri straordinari, suoni registrati con il sistema bi-neurale e restituiti in cuffia, i bambini il 3 agosto (ore 18:30; 18:45, 20:00, 20:15) sono portati a vivere un’esperienza straordinaria, in cui la fascinazione performativa si mescola ad una vera e propria esperienza personale in ALBERI MAESTRI, il percorso-spettacolo di Pleiadi/Campsirago Residenza.

 

Sotto il nome di DISCORSO SUL MITO si raggruppano vari spettacoli incentrati sulla mitologia, il 4 agosto alle 19:30 Vittorio Continelli affronta l’Odissea, quella che per molti è la storia delle storie il cui protagonista è l’eroe per antonomasia. IL RITORNO DI ULISSE IN PATRIA evoca tutte le figure del poema: il figlio Telemaco alla ricerca del padre, Penelope e la sua tela, i Proci che cercano di usurpare il trono di Itaca… tutti entrano a far parte di un racconto affascinante che restituisce la matrice popolare a uno dei più grandi capolavori dell’umanità.

Quando sei bimbo e i grandi fanno cose che tu non comprendi, provi a domandare loro che cosa stia succedendo, ed eventualmente, provi a dare il tuo aiuto. OGNI COSA BELLISSIMA di Duncan Macmillian parla proprio di questo: di qualcuno che parla di quando, da bambino, sia stato costretto a chiedersi cosa fosse questa cosa chiamata morte. Questa storia può accadere ovunque nel mondo, perché è ovunque nel mondo che accadono queste storie, il 5 agosto alle 19:30 Carlo De Ruggieri la porta nel Lotto29/B di Garbatella, con la regia di Monica Nappo.

Siamo davvero la prima generazione che sceglie se essere madre o no? E come si arriva a questa scelta? In che termini viene posta la domanda? Cosa accadrebbe se una donna di oggi (Luisa Merloni), moderna ed emancipata, magari proprio un’artista contemporanea, si trovasse di fronte all’arcangelo Gabriele (Marco Quaglia) venuto per farle l’Annunciazione?  La risposta è lo spettacolo FARSI FUORI in scena il 6 agosto alle 19:30.

Ultimo appuntamento in programma, il 7 agosto alle ore 19:30, è LA CICALA: CHIACCHIERICCI SENZA FRENI un nuovo format che nasce dall’unione tra il podcast e il live show: è un Podcast Live. La compagnia Bartolini/Baronio, guida ospiti e pubblico in un vortice creativo tra musica, parole e vita, a cui sono invitati ospiti e personaggi del quartiere per raccontare storie e memorie e costruire assieme un nuovo modo di narrare la Garbatella.

Tutte le attività di M’ILLUMINO DI TEATRO ALLA GARBATELLA sono a titolo gratuito per un numero limitato di spettatori. Il Lotto29/B è facilmente raggiungibile a piedi per gli abitanti del quartiere. Per chi viene da più lontano la metro Garbatella è a 1 km a piedi; in prossimità passano i seguenti bus: 671, 715 e 716. E’ accessibile l’arrivo in bicicletta: la pista ciclabile più vicina è in viale Cristoforo Colombo; è inoltre presente una rampa all’ingresso principale del Lotto che consente l’accesso anche ai diversamente abili.

Info e prenotazione obbligatoria a: prenota369@gmail.com / whatsapp 371/6160065.