A spasso per i borghi d’Italia

Quali i più suggestivi tra Lazio e Campania

0
129
civitabagnoregio

I road trip rappresentano uno stile di viaggio che predilige la scoperta di luoghi inediti o di angoli inediti di luoghi molto famosi. Tipico di chi ama essere completamente libero e svincolato da ogni costrizione, orario o luogo, un viaggio a bordo del proprio veicolo, a scorrazzare tra le strade del Bel Paese è probabilmente uno dei più bei regali che si possano desiderare.

Nel Bel Paese, di zone da esplorare, ce ne sono davvero tante.

Dalle Alpi alle Isole, dagli Appennini alle coste, dai borghi alle città. Sono proprio i borghi, però, le vere gemme che custodiscono le tradizioni e i saperi più autentici italiani.

Da dove partire, per scoprirli uno alla volta. In realtà tutto lo Stivale è tempestato di borghi e paesini sperduti tra i boschi e arroccati in cima ai monti.

In itinerario particolarmente interessante, però, e neanche tanto sperduto, può abbracciare le località più belle e rinomate della Campania e del Lazio.

Partiamo proprio da qui, zona Cassino, magari a bordo di una vettura a noleggio presa proprio in questa zona. Dopo un bagno di cultura sacra e tesori preziosi all’Abbazia, ci si può mettere in auto e partire…

Da dove e verso dove, però?

Prima di tutto bisogna scegliersi una società di noleggio auto a Cassino, valida e affidabile, come Maggiore. Negli ultimi anni si sta affermando tra le preferenze dei turisti e dei viaggiatori che non vogliono rinunciare alla comodità di un veicolo proprio anche quando lasciano quello di proprietà in garage. Servizio clienti attento, offerta ampia, affidabilità e trasparenza sono le caratteristiche che lo contraddistinguono rispetto ad altre società concorrenti.

Noleggiato il mezzo, si può partire alla scoperta dei borghi laziali.

Da Subiaco, dove perdersi nei meandri della Grotta di San Benedetto fino a all’omonimo monastero, per poi recarsi ad Anagni, famoso per il suo Duomo e, non meno importante, Civita di Bagnoregio, dichiarato persino Patrimonio dell’Umanità, per le sue caratteristiche e la possibilità di accedervi solo attraverso un ponte pedonale.

Dalle colline, ci si può poi spingere giù, verso la Campania e, in particolare, verso la Costiera.

Non ci sono dubbi, in questa zona i borghi della Costiera sono senza dubbio i più suggestivi. Dai giardini panoramici di Ravello, agli scorci al “profumo di limone” di Sorrento, senza dimenticare le case colorate di Procida e la cupola bizantina che si affaccia sul mare di Positano.

Disegnare un tour di questo tipo, senza dubbio richiede organizzazione e una pianificazione precisa. Bisogna macinare diversi chilometri, ma siamo pur sempre in meno della metà dello stivale, dove i paesaggi cambiano appena dopo una curva, ma lo spettacolo è assicurato.