Albano, concluso il Festival Nazionale di Teatro Amatoriale

0
1411
albanofestivalteatro
Albano, concluso il Festival Nazionale di Teatro Amatoriale
albanofestivalteatro
Albano, concluso il Festival Nazionale di Teatro Amatoriale

Domenica 3 aprile si è concluso, presso il Teatro “Alba Radians”, il Festival Nazionale di Teatro Amatoriale “Premio Città di Albano Laziale”. Dopo la rappresentazione teatrale “Il Ventre del Mare”, è stata la volta delle premiazioni. Ad aggiudicarsi il riconoscimento per la miglior scenografia è stato lo spettacolo “Te la ricordi Roma”; la miglior regia a Luigi Grande per “Natale in casa Cupiello”; miglior attrice non protagonista a Gilda Palumbo in “Taxi a due piazze”; miglior attrice protagonista a Lucia Paglino in “Natale in casa Cupiello”; miglior attore non protagonista a Giovanni Caraccio in “L’ultimo volo”; miglior attore protagonista a Massimo Trecapelli in “Taxi a due piazze”; premio giuria giovani a David Italia in “Te la ricordi Roma”; premio speciale della giuria a Tiziana Vincioni in “Te la ricordi Roma”; premio del pubblico a “Taxi a due piazze”; premio festival 2016 a “L’ultimo volo”.

Il Festival Nazionale di Teatro Amatoriale è giunto quest’anno alla sua sesta edizione riscuotendo un ampio successo di pubblico e critica.

Comprensibilmente soddisfatto il Consigliere comunale Vincenzo Santoro: «Siamo già a lavoro sull’edizione dell’anno prossimo che prenderà il nome di “Premio Settimio Severo” per rendere omaggio alla storia della nostra città. In tal senso il premio che consegneremo agli artisti consisterà probabilmente in un bassorilievo raffigurante l’imperatore Settimio Severo, realizzato con la tecnica 3D presentata  proprio ad Albano giovedì scorso».

Alle parole del Consigliere Santoro hanno fatto eco quelle del Sindaco Nicola Marini: «Le circa mille presenze registrate durante le cinque serate, sono un dato che non può che renderci soddisfatti, in quanto va oltre ogni nostra aspettativa. Una soddisfazione ancora maggiore in quanto si è trattato di teatro amatoriale. Giovani artisti non professionisti hanno avuto la grande capacità e bravura di mettere in scena spettacoli dall’alto livello qualitativo. Merito di ciò va dato all’Ufficio Cultura e ai Consiglieri Santoro e Di Baldo che hanno fortemente creduto in questo progetto dando modo alle compagnie di teatro amatoriale di potersi esibire».

Print Friendly, PDF & Email