Alessia Gazzola alla Mondadori di Velletri

Alessia Gazzola alla Mondadori di Velletri con “Questione di Costanza”. Le dichiarazioni del medico legale: “Lo scrittore deve credere nei suoi personaggi”

0
246
alessia_gazzola_velletri
Alessia Gazzola alla Mondadori di Velletri

Lasciare la propria terra per ambientarsi in una nuova città, con le insidie di una parentesi diversa della propria vita e la paura, il timore, l’ansia. Costanza prova tutte queste contrastanti emozioni, eppure riesce a trovare il bandolo della matassa grazie alla dote omonima del suo nome di battesimo. Parole e musica di Alessia Gazzola, medico legale e scrittrice di successo, che ha dato alle stampe il nuovo romanzo “Questione di costanza” (Longanesi). Dopo il successo de “L’allieva”, con la fortunata serie televisiva, nasce un nuovo personaggio dalla penna dell’autrice messinese e ha tutte le potenzialità per entrare nel cuore dei lettori. “Io stessa” – ha detto la Gazzola al pubblico della Mondadori di Velletri – “ho vissuto la transizione di Costanza, che significa lasciare la vecchia casa per una nuova che ancora non è tale. Costanza ha momenti di nostalgia, ed è un tratto in comune con me, come condivide con me la sensazione di una maternità imperfetta. Per il resto è un personaggio di fantasia”. Mamma single, auto-ironica, con la battuta pronta, Costanza parte dalla Sicilia e si reca a Verona per lavoro. Non sarà semplice trovare l’equilibrio mentale nel nuovo contesto, ma la forza d’animo della protagonista sarà un’arma in più. “Ho sempre scritto durante tutta la mia vita” – ha confessato l’autrice – “e come cambiava la vita, cambiava il mio gusto. Da specializzanda, per esempio, mi è parso naturale inventare storie di specializzandi. Avendo esplorato tutti i generi letterari, in quest’opera ho virato sulla contaminazione: volevo unire la commedia sentimentale e generazionale e raccontare l’identità e il percorso mischiando il tutto con una matrice storica”. Un esperimento letterario non di poco conto, ma che risponde a un diktat emotivo che Alessia Gazzola ha ben saldo: “Secondo me lo scrittore si deve divertire, deve entrare nelle sue storie e vivere con i personaggi. Soprattutto, però, deve credere in loro, altrimenti il lettore se ne accorge…”. Un’altra bella serata alla Mondadori Bookstore Velletri, moderata da Aurora De Marzi. In programma altre date di spessore: 8 novembre Fabio Volo, 12 novembre Francesco Sole, 13 novembre Iva Zanicchi. Insomma, ce n’è per tutti i gusti in un mondo di cultura e di emozioni.

Print Friendly, PDF & Email