All’ospedale di Albano si pensa ad un centro chirurgico per l’obesità

0
1238
convegno_aslrmh
Convegno Asl Rm H

L’Obesità, oggi, rappresenta una vera emergenza sanitaria. Inoltre, recentemente, da indagini epidemiologiche sta emergendo un dato allarmante che riguarda il problema della obesità nei bambini. Si calcola, infatti, che, nel nostro Paese, circa il 36% dei bambini sia in sovrappeso.

Prendendo atto del problema, il Direttore Generale della ASL Roma H , Dr Fabrizio d’Alba, ha prospettato ipotesi di strategie aziendali che potrebbero essere attuate per fronteggiare il problema della Obesità patologica nel territorio; per esempio, ha proposto il Prof. Scozzarro, specializzando l’offerta delle quattro UO Chirurgiche esistenti, fotocopia l’una dell’altra.

Già esiste da anni presso la UO aziendale di Gastroenterologia una attività di Endoscopia Metabolica e Bariatrica, affidata alla Dr.ssa C. Grossi, che esegue procedure interventistiche complesse, alla avanguardia del settore, tanto da rappresentare Centro di riferimento per Chirurgie Specialistiche del centro-sud, soprattutto per soluzioni originali di complicanze della Chirurgia Bariatrica, presentate in questa settimana al Congresso Nazionale ACOI nella sezione del Master in Chirurgia Bariatrica.

Nell’Ospedale sono presenti le professionalità necessarie ad organizzare un centro di riferimento orientato alla diagnosi e cura della Obesità Patologica: Chirurgia, Psichiatria, Endocrinologia, Anestesiologia, Terapia sub intensiva, Dietologia e Nutrizione.

Per la Chirurgia che rappresenta il gold standard del trattamento della Obesità patologica, sarebbe opportuno attivare una collaborazione con specialisti esperti per avviare in loco questa chirurgia che pone problematiche tecniche specifiche. Il Prof. Paolo Gentileschi dell’Università di Tor Vergata ha illustrato la complessità delle varie opzioni chirurgiche e relativi risultati.

Il Convegno ECM è proseguito con lo “Stomacare” organizzato dalla CPS Caterina Schirò, nel corso del quale il Dr Iacopini ha illustrato i risultati della ESD nelle lesioni neoplastiche superficiali delle Mici, accettato a Washington quale prima serie di dati della categoria. Il Dr Montagnese ha poi parlato delle moderne terapie biologiche nelle malattie infiammatorie croniche intestinali.

Il Convegno è stato presieduto dal Prof. A. Scozzarro, Direttore della Gastroenterologia e moderato dal Dr. A. Cefaro, responsabile della locale Chirurgia.

A conclusione i partecipanti sono andati in visita presso i reparti di Endoscopia Digestiva dove sono state illustrate alcune attrezzature donate alla UO, dal Circolo Cultura e degli Scacchi di Pavona, rappresentato dal Presidente Alessandro Battistelli e da Wolfango D’Urbano e dalla Amministrazione Comunale di Albano L.aziale.

Print Friendly, PDF & Email