Anche la Sostruzione della Via Appia Antica ad Ariccia tra le Meraviglie di Sharryland

Maria Cristina Vincenti: "Ariccia: anche la Sostruzione della Via Appia Antica nella Mappa delle  Meraviglie di Sharryland"

0
351
antichità_albano_castel_gandolfo_piranesi
Le antichità di Albano e di Castel Gandolfo. Opere di Giovanni Battista Piranesi, Francesco Piranesi e d'altri. Firmin Didot Freres, Paris, 1835-1839. Tomo 11 - Ph: Giovanni Battista Piranesi

“Ariccia: anche la Sostruzione della Via Appia Antica nella Mappa delle  Meraviglie di Sharryland

Il monumentale Viadotto di Valle Ariccia, intramontabile capolavoro di ingegneria viaria romana, è stato inserito dopo la Locanda Martorelli e il Parco Chigi nella Mappa delle Meraviglie di Sharryland. A segnalarlo con soddisfazione è l’archeologa-museologa Maria Cristina Vincenti, socia Simtur e attivista del progetto “Piccole Patrie”, Presidente di Archeoclub Aricino Nemorense APS, che ha consigliato l’inserimento dello spettacolare manufatto, risalente al II secolo a.C., ai responsabili della piattaforma Sharryland collaborando alla stesura dei testi. La Sostruzione che oggi si mostra a noi per una lunghezza di 198 metri e un’altezza massima 11,56 metri, è costituita da un muro con nucleo cementizio interno e cortina in opera quadrata di peperino. Quando lo si osserva non si può non rimanere affascinati dalla sua compostezza e solidità. Il viadotto romano si trova nel XVI miglio della Via Appia Antica ad Ariccia che costituiva la prima mansio o stazione postale dopo Roma. Venne realizzato alla fine del II secolo a.C. per permettere alla Regina Viarum il superamento del vallone a sud-est dell’abitato dell’antica città latina di Aricia. In questo tratto del tracciato della Via Appia sono visibili ancora oggi numerose emergenze archeologiche riconducibili a resti di edifici termali, templari e mura. Tra i molti tributi che nel corso dei secoli sono stati fatti alla Sostruzione di Ariccia, ne troviamo uno appositamente volto a celebrarla. Si tratta di un’acquaforte realizzata nel ‘700 per mano di Giovan Battista Piranesi, che definì la struttura «Magnifica». L’Archeoclub,  in questi anni, ha sempre promosso e difeso l’Appia Antica ad Ariccia, con campagne di ripulitura e valorizzazione, visite guidate e pubblicazioni scientifiche, sensibilizzando i cittadini a preservare e tutelare questo prezioso bene archeologico. La piattaforma Sharryland a portata nazionale e aperta al mondo, sta costruendo la Mappa delle Meraviglie d’Italia da scoprire, con l’intento di dare voce al nostro immenso patrimonio culturale diffuso e ai professionisti che gli danno valore.  È un modo per creare  opportunità di sviluppo per le economie locali e condivisione di conoscenze ed esperienze. Si tratta di un punto d’incontro dove scoprire tutto il bello e il buono che c’è per il tempo libero e il turismo esperienziale e geolocalizzato. Per Ariccia sarà un’altra occasione di promozione del territorio.

Link: https://www.sharry.land/it/meraviglie/la-sostruzione-della-via-appia-antica

“. Lo rende noto Maria Cristina Vincenti.

Print Friendly, PDF & Email