Anzio, il 30 giugno l’incontro tra negozianti, residenti, Polizia e Carabinieri

Il 30 giugno incontro con il Commissario della Polizia e il Capitano dell'Arma dei Carabinieri di residenti e negozianti dopo la lettera aperta del 29

0
563
controlli_polizia
Controlli Polizia
“AGGIORNAMENTO PER LE TESTATE LOCALI, ALLA LETTERA APERTA A CONCLUSIONE DEGLI INCONTRI CONCESSI DALLA FORZA DI POLIZIA E DAI CARABINIERI, VERSO I CITTADINI:

La lettera iniziale è stata inviata da un gruppo di cittadini spontaneo, che si è preso la responsabilità di lanciare un grido d’allarme per la situazione sociale in corso. Questo grido, oltre ogni aspettativa, è stato accolto e trasformato in qualcosa di positivo, sia dal Commissario che dal Capitano dei Carabinieri, questo era l’intento di tutti. L’incontro con l’Arma è avvenuto martedì pomeriggio 30 giugno e anche con loro sono state appianate e chiarite le lamentele più dure di uno sfogo accorato, che ovviamente nulla avevano a che fare con delle rimostranze impertinenti o denigranti. Ci siamo quindi trovati davanti ad un Capitano preoccupato da quella lettera che ovviamente non ha potuto negare fosse severa, ma genuina, e la sua incredibile preparazione e propositività è stata un’ulteriore boccata d’aria. Anche lui, come il Commissario e ci auguriamo tutti i ragazzi in uniforme coinvolti, hanno compreso che il senso di frustrazione descritto è ovviamente palpabile e personalmente siamo rimasti incredibilmente soddisfatti della disponibilità e della consapevolezza di questo sentimento che, è giusto specificarlo per chi ancora ad oggi lo abbia frainteso, è di rispetto e ammirazione per tutte le uniformi. A nome dei firmatari, e secondo noi anche di molti altri, GRAZIE per i vostri servizi, GRAZIE per la vostra pazienza, GRAZIE per la vita che mettete a rischio ogni giorno per noi. I cittadini veri, quelli onesti dentro, ora però, devono dare ancora di più, così come gli angeli delle strade non hanno esitato a promettere a tutti voi. Ora manca l’ultima pedina sul tavolo della sicurezza cittadina…..il Sindaco. I cittadini nutrono fiducia anche in lei”. Lo rendono conto residenti e negozianti autori della lettera aperta del 29 giugno dopo l’incontro con le forze dell’ordine di martedì 30.