Ariccia da Amare 2024 presenta Indiani di Riserva domenica 7 luglio

L'appuntamento presso la Sala Maestra di Palazzo Chigi della Città di Ariccia 

0
174

Con il Patrocinio della Città di Ariccia, in occasione di “Ariccia da Amare 2024”
Ingresso gratuito, per info e prenotazioni: 3476791345 – latiterraneo@gmail.com
Domenica 7 luglio 2024 ore 21:00

L’appuntamento presso la Sala Maestra di Palazzo Chigi della Città di Ariccia.

Ariccia apre la Tournée di “Indiani di Riserva” Protagonista il M° Mario Alberti con le sue 8 ballate Candidato alle Targhe Tenco come miglior album e miglior singolo Sarà la città di Ariccia ad aprire la Tournée del M° Mario Alberti con il Concerto ”Indiani di Riserva” Candidato alle Targhe Tenco come miglior album e miglior singolo. L’evento, organizzato dall’associazione culturale La Terzina con il patrocinio del Comune di Ariccia in occasione di “Ariccia da Amare”, si terrà domenica 7 luglio 2024 alle ore 21,00 presso la Sala Maestra di Palazzo Chigi. Interverranno il Sindaco di Ariccia Gianluca Staccoli e le Consigliere Comunali Anita Luciano, delegata alle Associazioni, Marchio IGP e Bandi Europei e Irene Falcone, delegata alle Scuole con la partecipazione del Prof. Aldo Onorati. L’evento sarà presentato da Martina Nasini. “Il lavoro di Mario Alberti, che crea opere musicali come queste – afferma il Sindaco Gianluca Staccoli – è fondamentale per preservare e diffondere la conoscenza delle culture e delle storie dei popoli. Il CD “Indiani di Riserva” non è solo un contributo artistico di alto livello, ma anche un potente strumento di sensibilizzazione su temi storici e sociali di grande rilevanza. Auguro all’autore il massimo successo al Premio Tenco 2024”. “La tournée di presentazione dell’album partirà proprio da Ariccia – tiene a precisare la Consigliera Irene Falcone – un evento che testimonia l’importanza della nostra città nella promozione culturale. Questo è un album che va oltre l’intrattenimento musicale, per sfociare nella storia e nella vita di un popolo che ha radici profonde. Infatti, il lavoro di Mario Alberti presenta una sintesi tra passato e attualità, tra ricordi e presente, fino ad arrivare al riscatto di un popolo. Ringrazio tutti gli organizzatori per questo evento”. “Sono profondamente colpita dal progetto – afferma la Consigliera Anita Luciano – L’attenzione e la dedizione di Alberti nel creare un’opera così significativa meritano il nostro più sincero elogio. Sono certa che Mario Alberti otterrà il riconoscimento che merita. “Indiani di Riserva” è un esempio di come la musica possa servire da veicolo di cultura e memoria storica, avvicinando le persone a tematiche spesso trascurate”. “Lo sterminio degli indiani d’America è uno dei non pochi esempi dati dall’Europa civile (nel senso ironico e negativo della parola “civile”), se si considera anche la lunga situazione dell’America Latina seguita alla scoperta di Colombo – così scrive il prof. Aldo Onorati – Abbiamo esportato bisogni immaginari a costo elevatissimo, cancellato culture diverse dalle nostre ma non per questo meno significative, abbiamo seguito l’impulso di predatori dando all’oro un significato che gli amerindi non immaginavano, loro viventi a contatto con una Natura che noi abbiamo distrutto per la nostra sete di guadagno. La musica straordinaria del Maestro Mario Alberti descrive con passione il dolore e il tramonto di una civiltà dalla quale non abbiamo potuto trarre insegnamento, per colpa della nostra oltracotanza e superbia di superiorità”. Il CD “Indiani di Riserva” è stato lanciato il 25 aprile 2024 a cura della casa discografica ZdB sui digital stores e distribuito in 240 paesi nel mondo. Contiene 8 brani con musiche e testi scritti da Mario Alberti, musicista, compositore, concertista di musica classica, esperto di musica antica e appassionato di musica d’autore, genere usato per questa opera specifica. La Tournée inizierà proprio da Ariccia e toccherà molti Comuni dalla Provincia di Roma a quella di Viterbo. I Concerti assumono una valenza tale da sollecitare una riflessione sull’armonia dell’essere e del creato, che è alla base della vita degli Indigeni d’America, ai quali è dedicata l’opera, frutto di un importante studio sociale e storico fatto da Alberti che rappresenta una perfetta sintesi tra passato e presente. L’ingresso è gratuito.

Per info e prenotazioni 3476791345 – latiterraneo@gmail.com