Ariccia, ecco i fondi per riprendere lavori di edilizia scolastica

0
1027
Ponte Ariccia
Il ponte di Ariccia collega la città dei Castelli Romani con la vicina Genzano di Roma
Ponte Ariccia
Il ponte di Ariccia collega la città dei Castelli Romani con la vicina Genzano di Roma

Importanti novità per le scuole di Ariccia. Riprenderanno infatti lunedì 17 marzo i lavori di ampliamento del plesso Rodari a Fontana di Papa, mentre sono iniziati i lavori per realizzare una copertura leggera sul tetto del plesso scolastico di Villini.

“Sono interventi rilevanti – affermano congiuntamente il Vicesindaco con delega ai Lavori Pubblici, Cora Fontana Arnaldi e l’assessore alla Scuola, Matteo Martizi – che per quanto riguarda il plesso di Fontana di Papa prevedono l’ampliamento della scuola, la messa in sicurezza delle strutture esistenti e la solarizzazione del tetto che renderà completamente autonoma a livello energetico la struttura. Per il plesso Villini un intervento per rendere più confortevole e sicura la scuola.

Sono interventi rilevanti anche dal punto di vista economico, con un investimento totale di quasi 900 mila €, di cui ben 200mila con fondi comunali, che ribadisce la centralità e l’attenzione rivolta alla scuola da questa Amministrazione”.

I lavori a Fontana di Papa sono ripresi, dopo alcuni mesi di stop provocati dal mancato pagamento dei primi due stralci da parte della Regione Lazio, dei quali il Comune di Ariccia si è fatto carico anticipandone tali somme alla ditta. L’intervento ha previsto un primo step con la ristrutturazione e messa in sicurezza delle strutture esistenti (rifacimento bagni, impianti) e un secondo con l’ampliamento che prevede 3 nuove aule, la cucina, la sala mensa, uffici e servizi igienici per un importo complessivo di 690mila euro finanziati dalla Regione. Inoltre il Comune ha stanziato ulteriori 100mila € per realizzare un impianto fotovoltaico che renderà la struttura completamente autonoma energeticamente.

Per quanto riguarda il plesso dei Villini, l’intervento prevede una copertura leggera sul tetto che risolverà i problemi di infiltrazione, per un importo complessivo di circa 90mila Euro di fondi comunali.