Ariccia, via ai lavori nel centro storico

Lo comunica l'amministrazione comunale di Ariccia

0
126
comunediariccia

Iniziati ad Ariccia i lavori di bonifica del centro storico, che prevedono la sostituzione della vecchia rete idrica, nuove pavimentazioni e nuovo arredo urbano. I lavori saranno effettuati in parte con fondi PNRR, erogati da Acea, e parte con i fondi del Giubileo erogati direttamente all’Amministrazione Comunale. I lavori, iniziati da via del Parco, interesseranno tutte le strade del centro storico e verranno completati nel 2025. Ma, nelle intenzioni dell’Amministrazione c’è la volontà di accelerare i tempi per anticipare la fine dei cantieri, in modo da evitare il più possibile il problema del traffico. Al momento i lavori effettuati sono a cura di Acea, mentre a seguire inizieranno quelli del Comune a partire dal rifacimento della pavimentazione della piazza per poi scendere verso il centro storico.
“Questo è l’intervento più importante che viene fatto da anni all’interno del centro storico. Ora abbiamo l’opportunità di rendere i percorsi più sicuri in quanto diverse stradine sono dissestate e questo impedisce alle persone diversamente abili di muoversi liberamente. In questo modo gli spazi saranno risanati e avremo un arredo urbano migliore”. – Ha dichiarato l’Assessore ai Lavori Pubblici, Michele Serafini.
Inoltre, sono stati anche terminati i lavori di ristrutturazione eh sistemazione dell’ex convento di San Vincenzo, dove verranno trasferiti, a breve, i servizi sociali del Comune di Ariccia.
“Per i servizi sociali verrà attivata una struttura più spaziosa è più riservata, viste le situazioni che questi devono affrontare, quindi avremo degli spazi maggiori non solo per gli operatori comunali ma anche per gli utenti”.
“Sono molto soddisfatta, era necessario dare spazio fisico ai servizi sociali che oggi erogano moltissimi servizi ai cittadini del territorio”. – Ha commentato l’Assessore ai Servizi Sociali, Loredana Mariani – “ Il palazzetto è dotato di sedi per garantire anche al lavoratore un ambiente salubre, comodo e adatto quindi al lavoro. In questo modo tutti noi avremo lo spazio necessario per poter lavorare al meglio. Parliamo di una struttura che permette un maggior ascolto e una maggiore privacy agli utenti”.