Salvamamme, un’aiuto concreto a donne e famiglie

0
1401
Salvamamme
Progetto Salvamamme
Salvamamme
Progetto Salvamamme

APPROFONDIMENTO – Salvamamme è un’Associazione no profit che opera sul territorio di Roma e provincia da oltre quindici anni nell’ambito della difficile realtà della maternità e dell’infanzia vissute in situazioni estreme. Obiettivo dell’Associazione è quello di fornire aiuti materiali (alimenti, vestitini, carrozzine, passeggini, prodotti per l’igiene, ecc) e consulenza specialistica (medica, psicologica, nutrizionale, legale, socio – assistenziale) a madri fragili che si trovano in condizioni di indigenza, emarginazione sociale, isolamento culturale e di provvedere al tempo stesso alle esigenze fondamentali del bambino, sostenendolo per una crescita sana ed equilibrata. Si tratta di una rete di appoggio che offre servizi come ascolto, accoglienza, sostegno delle famiglie in difficoltà con progetti come quello del Centro Nutrizionale e del Banco Alimentare che prevedono la distribuzione di cibo in giorni prestabiliti, e allo stesso tempo di un centro di formazione: vari, infatti, sono i progetti formativi promossi, tra cui quello sulle vaccinazioni, l’ allattamento al seno, la nutrizione (0 – 12 mesi), la disostruzione delle prime vie aeree e il sonno sicuro, la prevenzione degli incidenti, l’educazione alla legalità, la preparazione alla scuola e al lavoro, la conoscenza della città… Tra le proposte in programma c’è la giornata della lettura, evento previsto per il 20 novembre, giornata mondiale per i diritti dell’infanzia, e organizzato con il fine di incoraggiare i più piccoli all’amore per i libri. Il target di riferimento sono donne disoccupate o impegnate solo per qualche ora, costrette a cavarsela in molti casi senza l’aiuto di una figura maschile stabile. All’arrivo al centro, con sede in Via degli Olimpionici 19, le famiglie sono registrate in schede di accoglienza su cui vengono annotati i ritiri dei prodotti che avvengono una volta al mese. Per fornire dei dati, nel triennio 2009 – 2012,  2.634 donne e 3.448 bambini fino a 3 anni di età sono stati i beneficiari dei servizi offerti da Salvamamme: più nel dettaglio, le 2634 mamme che hanno usufruito dei servizi del Centro appartengono a 73 nazionalità differenti e delle 2141 donne straniere interessate, il 32% proviene dall’America, il 27% dall’Africa, il 14% da altri Paesi europei e il 7% dall’Asia. 493, invece, le mamme italiane, con una drastica e non facilmente spiegabile diminuzione nel corso del 2012: se nel 2010 infatti si sono registrati 194 casi e nel 2011 210, il numero è calato nell’ultimo anno toccando quota 89. I finanziamenti arrivano dal Comune di Roma, Assessorato Politiche Sociali e Promozione della Salute, in particolare dal II Municipio, e dalla Regione Lazio, ma anche da privati come famiglie e aziende. Molti sono anche i volontari che collaborano con Salvamamme, occupandosi della divisione dei prodotti nei magazzini e dell’organizzazione di eventi e feste. Tra questi, Mariangela, ex fisioterapista in pensione, che ha scelto di dedicare parte del suo tempo all’Associazione: “C’è tanto da fare – ci dice Mariangela – ma ogni volta non vedo l’ora di tornare. Non mi pento della mia scelta”.

Per ulteriori informazioni si può visitare il sito www.salvamamme.it.