Dallo Sporting Pavona richiamo per abbattere barriere architettoniche

0
1213
Sporting Pavona presentazione squadre
Presentazione della stagione 2013/14 dello Sporting Pavona
Sporting Pavona presentazione squadre
Presentazione della stagione 2013/14 dello Sporting Pavona

SPORT – E’ giunto così il momento di alzare il sipario sulla stagione agonistica dello Sporting Pavona, il quale, nella palestra dell’istituto scolastico Antonio Gramsci di Pavona, ha effettuato la presentazione ufficiale delle sue compagini e dello staff societario impegnati nella stagione 2013/14. Dal minivolley ai master, hanno sfilato sul palco tutti gli atleti iscritti alla società pavonese, davanti ad un folto e plaudente pubblico che si è assiepato sugli spalti ed a bordo campo della palestra che già da stasera è palcoscenico del debutto stagionale della prima squadra femminile dello Sporting, chiamata a disputare il campionato di Prima Divisione. Bambini, famiglie, atleti ed autorità si sono ritrovati in un clima conviviale, organizzato con cura dai dirigenti dello Sporting, che hanno intrattenuto il pubblico proponendo uno spettacolo sobrio e gradevole, tra rinfresco, palloncini colorati ed effetti speciali, riproponendo quell’atmosfera familiare che contraddistingue la filosofia della società gialloblu. Quest’anno alla presentazione delle squadre c’è stata anche una gradita novità, l’esibizione di alcuni atleti disabili, a dimostrazione dell’attenzione che Sporting Pavona mostra verso la diffusione e la pratica dello sport senza barriere. Un ringraziamento speciale è giunto dalla responsabile marketing Paola Fioretti, che ha voluto ringraziare gli sponsor che anche quest’anno, non ostante il periodo economicamente critico, hanno deciso di investire sul progetto Sporting. Presenti all’evento le principali Istituzioni cittadine e sportive. Con un intervento dal palco, ha partecipato il Presidente del Consiglio Comunale Massimiliano Borelli, mentre la rappresentanza bipartizan dei consiglieri comunali era composta da Massimo Ferrarini e Vincenzo Guarino. Presenti anche molte altre rappresentanze di società sportive del territorio, tra cui l’Atletico Pavona e l’Associazione Scacchi e Cultura Pavona, unitamente al vice presidente della Polisportiva Comunale Generale di Albano Laziale Marco Giustinelli. A portare il saluto della Federazione Italiana Pallavolo, a nome del coordinamento provinciale, Maria Rosaria Gaito, che ha voluto sottolineare come la stagione appena iniziata porterà ai mondiali di volley femminili ospitati a Roma”, di conseguenza “tutte le strutture federali e le società saranno chiamate ad uno sforzo organizzativo importante per presentare al meglio l’evento e l’intera offerta sportiva territoriale al mondo”.

Particolarmente applaudito è stato l’intervento di Fabrizio Trivelloni, tra i massimi dirigenti dello Sporting Pavona, che si è soffermato con particolare attenzione sul valore sociale dell’attività che lo Sporting e le altre società sportive, portano avanti sul territorio, spesso tra mille difficoltà, logistiche e non solo. “Sporting Pavona sta portando avanti ed ha sottoposto all’attenzione delle Istituzioni la questione dell’agibilità degli impianti sportivi – ha dichiarato Trivelloni – incluso quello che qui ci ospita. Lo sport per tutti per non restare solo uno slogan necessita di ambienti accessibili e sicuri – ha continuato – pertanto ci appelliamo non soltanto all’amministrazione comunale di Albano, ma a tutti i cittadini e le famiglie, i quali debbono aiutare l’amministrazione nel lavoro di miglioramento delle attuali condizioni in cui purtroppo versano impianti come questo. La nostra società – ha concluso Trivelloni – ha avanzato delle proposte sia per l’abbattimento delle barriere architettoniche, sia per il miglioramento delle strutture, in projet financing, attorno alle quali lavorare insieme agli enti locali, avendo tutti il medesimo obiettivo”.

 

A margine della manifestazione Meta Magazine ha voluto ascoltare alcune autorità presenti, a partire dal Presidente Borelli, chiedendo loro un commento a caldo sulle parole di Trivelloni.

“Sono rimasto particolarmente e positivamente colpito dal forte richiamo – ha dichiarato a Meta Massimiliano Borelli – all’impegno sociale che dallo Sporting Pavona arriva a noi che rappresentiamo le Istituzioni e l’amministrazione di Albano. Il problema degli impianti sportivi come questo della scuola Gramsci – ha continuato Borelli – soprattutto per quanto riguarda l’accessibilità lo abbiamo ben presente. Purtroppo quando impianti come questo sono stati pensati – qualche decennio fa ndr – non vi era la stessa sensibilità che oggi c’è rispetto alle esigenze della disabilità. Proprio per questo stiamo lavorando, insieme al consigliere comunale Vincenzo Guarino, per avviare un percorso per giungere alla risoluzione delle criticità richiamate anche oggi dai dirigenti dello Sporting”.

Marco Giustinelli, vice presidente della Polisportiva Comunale di Albano Laziale, ai nostri microfoni si è soffermato sull’importanza delle attività a tutela della salute poste in essere dallo Sporting Pavona e da tutte le realtà sportive di Albano: “Seguo con grande attenzione le attività dello Sporting Pavona, che nella sua filosofia, propostaci anche questa sera, mostra realmente di mettere al centro del proprio lavoro la persona. Tra le altre cose mi piace ricordare che, grazie ai riconoscimenti ottenuti dallo Sporting, certificata come società cardioprotetta, tutti gli iscritti, gli atleti che praticano qui pallavolo hanno costantemente a disposizione personale ed attrezzature atte a proteggere da ogni emergenza cardiaca e sanitaria. Proprio in materia di tutela della salute di atleti e praticanti – ha continuato Giustinelli – Albano può dirsi tra i comuni virtuosi, in quanto avente i suoi impianti pubblici cardioprotetti. I richiami all’abbattimento delle barriere architettoniche poi – ha concluso Giustinelli – effettuati anche questa sera, vedono la Polisportiva Comunale di Albano al fianco delle società per sostenerle e supportarle, secondo quelle che sono le competenze di coordinamento ed affiancamento proprie della nostra Polisportiva”.