SI Lazio ” No rinvio misure contro Gioco di Azzardo”

"Incomprensibile e grave la decisione assunta dalla Giunta della Regione Lazio di prorogare ancora di un anno l’applicazione delle norme che prevedono il distanziamento delle slot machine situate all’interno di bar e tabaccherie di almeno 500 metri rispetto a ospedali, centri anziani, scuole, centri giovanili".

0
559

NO AL RINVIO DELLE MISURE PER CONTRASTARE IL GIOCO D’AZZARDO PATOLOGICO

“Incomprensibile e grave la decisione assunta dalla Giunta della Regione Lazio di prorogare ancora di un anno l’applicazione delle norme che prevedono il distanziamento delle slot machine situate all’interno di bar e tabaccherie di almeno 500 metri rispetto a ospedali, centri anziani, scuole, centri giovanili.
La legge, approvata dalla Regione Lazio lo scorso anno, sarebbe dovuta entrare in vigore dal primo settembre 2021; invece nei prossimi giorni il Consiglio regionale dovrà votare il collegato al bilancio che contiene la sospensione dell’entrata in vigore del provvedimento con il rinvio al 2022.
Sinistra Italiana di Roma e Lazio chiede che il Consiglio regionale decida di non rinviare la messa a vigore di norme che sono finalizzate alla tutela delle persone più vulnerabili al gioco d’azzardo patologico, considerando il grave disagio sociale acuito dalla pandemia da Covid-19, all’interno di una crisi sociale ed economica senza precedenti. Cittadini che dovrebbero essere maggiormente tutelati e non posti in secondo piano rispetto al profitto delle attività private”. Lo dichiarano

Massimo Cervellini – Segretario Regionale SI

Adriano Labbucci – Segretario Area Metropolitana SI