Chiara Trivelloni, “Il vivaio la forza dello Sporting Pavona”

0
1144
chiara_trivelloni
chiara_trivelloni
Chiara Trivelloni, schiacciatrice prima squadra Sporting Pavona e tecnico nel settore giovanile dello stesso sodalizio pavonese

L’alzatore della prima squadra dello Sporting Pavona Chiara Trivelloni e tecnico nel settore giovanile all’interno dello stesso sodalizio pavonese si racconta: “Molto lavoro con i giovani, e la fiducia delle famiglie è fondamentale!”.

Riceviamo e pubblichiamo la nota dell’ufficio stampa dello Sporting Pavona, con le dichiarazioni di Chiara Trivelloni:

“Terminata la stagione 2014-15, è tempo di bilanci – esordisce così la nota stampa – per lo Sporting Pavona, Chiara Trivelloni, Tecnico ed Alzatore della prima squadra del Pavona, racconta quanto è stato fatto, punti di forza e debolezza.

La tutela del vivaio – dichiara Chiara Trivelloni – è l´obiettivo centrale del progetto Sporting, la programmazione è tesa a favorire la crescita dei giovani ed il conseguente inserimento in prima squadra. Il lavoro che svolgiamo con la Scuola, i rapporti con le Famiglie, sono i presupposti base per avere un ambiente idoneo allo sviluppo delle capacità psico fisiche dei ragazzi. Le strutture sportive disponibili sono al momento sufficienti alle necessità, in effetti anche altre Società potrebbero avere problematiche con gli spazi, cerchiamo dunque di operare con quello che abbiamo ottimizzando le risorse“. Lo Sporting Pavona svolge attività presso la Palestra della Scuola “A.Gramsci“, mentre la neonata consorella, lo Sporting Castelgandolfo, sviluppa il Volley nel Comune di Castel Gandolfo presso la Palestra “III Mllennio“. I due Club in partnership, hanno quest´anno ottenuto interessanti risultati agonistici – spiega Chiara – “lo Sporting Castel Gandolfo ha partecipato al Campionato di Serie C Femminile, molte giovani cresciute nello Sporting Pavona hanno avuto la possibilità di affacciarsi ad una pallavolo molto competitiva, ed anche i maschi dell´Under 17 hanno ottenuto le loro soddisfazioni con le Finali di Alba Adriatica. Al Femminile le conferme sono arrivate dall´Under 16 che ha vinto il Campionato, e dall´Under 12 Vice Campione Provinciale“. Aggiunge Chiara, “un progetto simile ha dei rischi, accettiamo l´inesperienza dei giovani in prima squadra, e gestiamo la criticità residente nel meccanismo di tutela dei Club durante la valorizzazione e costruzione dell´atleta“. Nel settore Femminile, due anni fa lo Sporting Pavona ha vinto il Campionato Under 14, quest´anno ha vinto la Categoria Under 16, ed è stato finalista con l´Under 12, mentre la prima squadra ha militato in Serie C; il settore Maschile in crescita, propone dall´Under 12 all´Under 19; conclude Chiara, “tutto vero, ma non basta solo il lavoro tecnico, esistono le tante relazioni umane basate sulla fiducia che ogni giorno siamo disposti a costruire con chi ci circonda. La capacità di esprimere delle abilità, è profondamente legata alle motivazioni che abbiamo, alla convinzione che ce la possiamo fare anche se un´impresa sembra impossibile, e la fiducia in quello che si fa è determinante. I giovani debbono essere valorizzati per quello che sono, e non per come li vogliamo noi; sono cresciuta a Pavona, si respira nell´aria la necessità di creare un dialogo, e lo sport può essere uno dei possibili strumenti“.

Appaiono piuttosto nitide – conclude l’ufficio stampa il comunicato – le espressioni d´intenti di uno dei componenti dello Staff del Pavona, per lo sviluppo del progetto 2015-16, tipizzate non dagli oggettivi risultati tecnici ottenuti, quanto dalla forte convinzione che il lavoro è causa ed effetto!”.

Print Friendly, PDF & Email