Ciampino: Sisti, Lanzi, Mantua e Castellani in merito al ricorso al Consiglio di Stato

0
893
comune_ciampino
Comune di Ciampino

“I Consiglieri Comunali Francesco Lanzi, Gabriella Sisti, Roberto Mantua, e Gianni Castellani che dopo la sentenza negativa del TAR Lazio hanno promosso ricorso al Consiglio di Stato con procedimento discusso giorno 6 maggio, con grande stupore, in data 10 Maggio 2021 prendono atto da un comunicato stampa a firma del Sindaco dì Ciampino Daniela BALLICO pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Ciampino, la quale per tenere i cittadini aggiornati comunica che il procedimento n 2346/21 promosso dai consiglieri di minoranza è stato rigettato riportando la notizia “Consiglio di Stato respinge richiesta di sospensiva dell’opposizione – “Dopo aver perso il ricorso al TAR, alcuni consiglieri di minoranza hanno presentato ulteriore ricorso al Consiglio di Stato. aggiungendo “questo è l’altissimo profilo con cui una parte dell’opposizione svolge il suo ruolo di consigliere comunale. Vogliamo Ringraziare il Sindaco della tempestività con cui informa la cittadinanza falsando anche la verità della decisione in quanto il 6 maggio 2021 in camera di consiglio è stata deciso di rinviare al 7 ottobre 2021 per il MERITO SENZA decisione sulla sospensiva ASSORBITA DAL MERITO.

E’ BEN Altra Cosa dalla notizia che il Consiglio di Stato respinge richiesta di sospensiva dell’opposizione.

I Consiglieri Comunali ribadiscono ad alta voce al Sindaco Daniela Ballico che rivendicheranno e difenderanno il loro ruolo sancito dalla legge, quello della programmazione e del controllo degli atti con tutti i mezzi ivi compresi quelli di ricorrere alla Magistratura,

I Consiglieri hanno inviato al Presidente della V sezione del Consiglio di Stato, al Giudice relatore, Alla Procura della Repubblica di Velletri e al Prefetto, una nota informativa chiedendo di avere notizie e chiarezza sulla VERICITA’ su quanto divulgato nel Comunicato Stampa Istituzionale da parte del Sindaco e di avere copia del provvedimento di rigetto della sospensiva, alla procura di Velletri abbiamo chiesto di verificare la Veridita’ della notizia diffusa dal Sindaco perché contrariamente la notizia divulgata sul sito Istituzionale e a mezzo Stampa da altre testate può essere intesa da parte dei Consiglieri Comunali di Opposizione come un atto diffamatorio e intimidatorio; peraltro non sarebbe la prima volta che il Sindaco adotta tali metodi”. Firmano la nota i consiglieri comunali sopracitati.