Denunciati due tunisini per inquinamento ambientale ad Albano

0
1230
Inquinamento Albano Laziale
Inquinamento ambientale ad Albano Laziale

Gli agenti del  Commissariato di polizia di Albano Laziale, diretti dal Dr. Massimo FIORE, unitamente agli Ispettori della A.S.L. Distretto H2 di Albano Laziale, hanno proceduto al sequestro di un fondo agricolo di via Tenutella. Il fondo, che misura circa 1000 metri quadrati, era stato dato in affitto, dal proprietario, ad un cittadino straniero di nazionalità tunisina, il quale, a sua volta, lo aveva sub/affittato ad un suo connazionale con precedenti di polizia I due insieme, cambiando la destinazione d’uso del terreno, lo avevano trasformato in area di raccolta abusiva del legno e della plastica, stoccando sul suolo circa 20.000 cassette  in legno e plastica utilizzate per il trasporto di ortaggi.

Il deposito,  negli ultimi due mesi è stato interessato da ben tre incendi dolosi, che hanno distrutto migliaia di cassette di legno e mandato a fuoco anche gli alberi e gli arbusti dei terreni confinanti. Durante il sopralluogo nell’area, gli investigatori hanno trovato anche  un alloggio di fortuna, costruito interamente con le cassette di legno per il mercato ortofrutticolo, occupato da un egiziano, poi risultato essere un lavoratore in nero.

I due tunisini sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Velletri per il danno ambientale e contravvenzionati amministrativamente con una sanzione di 1200 euro. L’area invece è stata sequestrata e contestualmente è stata inoltrata richiesta al Sindaco del Comune di Albano per la rimozione e recupero del materiale,  nonché il ripristino dello stato originale dei luoghi.