Discarica abusiva in via Casilina, infuria la polemica a Monte Compatri

0
1241
pd_monte_compatri_discarica_abusiva_via_casilna_3
Pd Monte Compatri denuncia esistenza discarica abusiva in via Casilina.
pd_monte_compatri_discarica_abusiva_via_casilna_3
Pd Monte Compatri denuncia esistenza discarica abusiva in via Casilina.

Dopo lo j’accuse di Fausto Bassani e di tutto il Pd di Monte Compatri sulla discarica abusiva di via Casilina, ennesimo botta e risposta tra primo cittadino e Partito democratico locale.

Riceviamo e pubblichiamo la dichiarazione di Marco De Carolis che “in merito al comunicato stampa del Pd locale su una discarica abusiva in via Casilina, precisa quanto segue:

Il sonno della ragione, accentuato dal prolungarsi delle ferie e aggravato dall’ignoranza dei fatti. Ancora una volta il Pd di Monte Compatri vuole denunciare un abuso ma finisce per scivolare sull’evidenza di non sapere. La discarica illegale su cui hanno alzato l’ennesimo, inutile polverone nasce in un immobile privato. Un abuso edilizio di mille metri quadrati, all’interno di quello che sarebbe dovuto essere un polo commerciale, che e’ sorto e si è sviluppato proprio sotto gli occhi dell’allora amministrazione di centrosinistra a palazzo Borghese. Con relativo e immediato provvedimento di sequestro scattato a firma della Guardia di Finanza. Su quell’edificio, inoltre, vige un’ordinanza di demolizione da anni. In corso ci sono ancora accertamenti della magistratura. Per questo, come dovrebbero sapere coloro che si candidano a governare un Comune e una città, quella struttura non può essere evidentemente soggetta interventi di bonifica fino alla sentenza definitiva dei giudici. Prima di sprecare del tempo, consigliamo alla minoranza dem di usare questo scorcio di agosto per godersi un supplemento di vacanze. Se proprio sono terminate,  consiglio di impiegare il tempo per studiare un manuale sintetico di giurisprudenza e le carte, piuttosto che collezionare l’ennesima figuraccia ad opera di un oscuro suggeritore”, lo afferma in una nota il sindaco Marco De Carolis.

Il Partito democratico compatre replica polemicamente con queste parole:

“In merito alla discarica abusiva scoperta dal Pd di Monte Compatri, la giunta comunale che amministra il paese castellano da ieri sta commettendo un reato visto che è al corrente della grave situazione e non sta facendo nulla, o meglio sta proteggendo qualcuno mettendo a repentaglio la salute di tutti. “Se l’immobile in Via Casilina è sotto sequestro, poi vedremo se è sotto sequestro perché sanzionato e da chi per abusivismo edilizio o semplicemente perché patrimonio di una società in fallimento (infatti l’immobile è in vendita in un’asta giudiziaria), lei deve intervenire ugualmente ordinando al custode giudiziario la bonifica dell’area – chiede il Pd di Monte Compatri al sindaco De Carolis – Prenda forza dalle sue responsabilità. Credevamo che queste prassi le conoscesse, visto che si vanta di essere avvocato, ma dalle cose che scrive cominciamo ad avere dubbi anche sulla sua conoscenza del diritto. Il Pd di Monte Compatri ha fatto il proprio dovere denunciando a lei una situazione di illegalità che mette a rischio la salute pubblica. Monitoreremo quotidianamente la situazione e se non vedremo interventi di bonifica immediati saremo costretti a rivolgerci direttamente alla Procura della Repubblica” così il segretario, Fausto Bassani, e il Pd di Monte Compatri.