Doppia sconfitta per l’Asd Frascati a Monte Porzio Catone

0
1202
Andrea Scotini
Il Mister dell’Asd Frascati Andrea Scotini

Dopo i tre punti conquistati contro lo Sporting Genzano, l’Asd Frascati cade sul campo del Monteporzio. Pesante il verdetto (5-2 a favore dei padroni di casa) sul quale ha però influito in maniera decisiva una pessima direzione arbitrale. Eccessive, se non ingiustificate, le due espulsioni rifilate a Di Iulio (proteste) al 15’ del primo tempo e al portiere Graziani poco prima dell’intervallo. Generoso, a dir poco, il penalty assegnato ai locali proprio per fallo dell’estremo difensore frascatano. Tre decisioni che hanno cambiato il corso della gara, permettendo ai monteporziani di rimettere la testa avanti dopo l’iniziale svantaggio (gol dello stesso Di Iulio su rigore) e di allungare senza problemi nella ripresa, al cospetto di una squadra ospite senza il suo punto di riferimento in avanti ma soprattutto senza un portiere di ruolo. La rete di Brunetti, a giochi praticamente fatti, è servita solo a rendere meno amara una domenica da dimenticare in fretta. Anche per l’infortunio occorso a Santoprete, che in settimana sarà sottoposto agli opportuni accertamenti. “Non è mai bello parlare dell’arbitro –spiega mister Scotini- ma in questo caso non riesco ad analizzare la gara senza fare riferimento agli episodi. Dispiace perché eravamo partiti bene. Anche in dieci contro undici abbiamo retto, ma il penalty e l’espulsione di Graziani ci hanno tagliato definitivamente le gambe. Già prima del match eravamo in emergenza, a quel punto era quasi impossibile rimettere la partita in equilibrio”. A raddrizzare, almeno in parte, la giornata storta ci ha pensato il Poli, che non è riuscito ad andare al di là del pari interno contro la Roma VIII, lasciando Ferrazza e compagni con un “tesoretto” salvezza di sei lunghezze. “Credo che ci serva un punto per essere tranquilli –continua Scotini- sarà l’obiettivo minimo del match di domenica contro il Certosa. Avremo grossi problemi di formazione, ma dobbiamo stringere i denti e cercare di portare a casa il massimo”.

 

 

Print Friendly, PDF & Email