Gianfranco Fini incontra la comunità Capodarco

0
1423

Comunita di Capodarco 400x270Promotori dell’incontro le associazioni Liberamente e FareSquadra con Andrea Titti e Nicola Gallo

Andrea Titti e Nicola Gallo, in qualità di legali rappresentanti delle associazioni Liberamente e FareSquadra, hanno accompagnato il fondatore della Comunità Capodarco, Don Franco Monterubbianesi e la Dottoressa Ilaria Signoriello, presso la Camera dei Deputati per incontrare il Presidente Gianfranco Fini. L’incontro con il Presidente della Camera ha avuto come filo conduttore l’illustrazione delle attività e finalità che Capodarco persegue nella sua azione quotidiana sul territorio, anche oltre i confini nazionali. Un percorso pluridecennale fatto di impegno nel sociale vicino a chi più necessità di sostegno e formazione. L’inserimento di persone con disabilità psichiche, fisiche o sensoriali nel mondo del lavoro, la costruzione di case famiglia, l’assistenza ai non autosufficienti, il sociale inteso come rete di inserimento e non come mero strumento assistenziale, una vicinanza al mondo giovanile, cooperativo ed imprenditoriale che, attraverso le molte proposte uscite da Capodarco, tra le quali si ricorda l’Impresa Sociale, lo sviluppo economico eticamente e ambientalmente sostenibile, sono tra i principali punti posti all’attenzione della terza carica dello Stato. Il sociale ed il welfare, ha sostenuto Don Franco Monterubbianesi, è materia per cui debbono essere protagonisti gli enti locali, perché loro sono il primo presidio per le persone, e con essi tutte le Istituzioni debbono fare rete per educare e stimolare i più giovani nel ritagliarsi uno spazio preminente nella costruzione di un territorio a misura di persona. Dall’incontro è scaturito, non solo un vivo interesse dell’Onorevole Gianfranco Fini, ma ha segnato l’inizio di un percorso di diffusione e sensibilizzazione sulle tematiche proposte, sia verso le istituzioni che verso i cittadini. Una collaborazione con la Camera dei Deputati per organizzare appuntamenti di confronto, anche per riavviare l’iter legislativo di alcune iniziative giacenti a Montecitorio e Palazzo Madama, un continuo e costante confronto tra legislatore e chi vive i territori e le problematiche. In questo panorama trovano, per la prima volta, centralità i Castelli Romani, non solo perchè Capodarco si trova a Grottaferrata, ma perché sarà questo territorio il promotore di tutte le iniziative atte ad interagire con enti locali e realtà produttive, per innervare una filiera sociale di azione virtuosa, che farà da stimolo e sentinella verso Comuni e Regione, al fine di iniziare sul serio ad occuparsi di sociale. Soddisfazione per l’esito dell’incontro è stata manifestata da Don Franco Monterubbianesi, Ilaria Signoriello e dallo stesso Fini, unitamente ad Andrea Titti e Nicola Gallo, che questo incontro hanno preparato e fortemente voluto. “L’attività delle nostre associazioni e la stessa azione di Meta, periodico che mi onoro di aver fondato – dichiara Titti – è nata con lo scopo di dare forza e voce alle realtà migliori dei Castelli Romani, valorizzando quelle esperienze d’eccellenza che parlano ad un mondo giovanile nascosto che riscuote scarsa attenzione dalla politica. Eravamo certi di trovare nel Presidente Fini una personalità di spessore capace di ascoltare, così come siamo certi che l’incontro di oggi non sarà fine a se stesso. Ci siamo conquistati un piccolo spazio di attenzione e rispetto sul territorio, da parte dei cittadini e delle Istituzioni, indipendentemente dal colore politico – conclude Andrea Titti – intendiamo spendere questo prezioso patrimonio per costruire, con altri, un cammino comune che sia lontano dalle vecchie logiche di fazione ma si ponga al servizio del territorio e del suo futuro”.

Autore: Redazione

Tags: Gianfranco Fini, Presidente della Camera, Comunità Capodarco, Don Franco Monterubbianesi, Ilaria Signoriello, Andrea Titti, Nicola Gallo, Liberamente, FareSquadra, sociale, welfare, territorio